Prevista per il 12 maggio la quarta edizione dell’Appia Day

Prevista per il 12 maggio la quarta edizione dell’Appia Day

«Flectere iam cupidum gressus, qua limite noto Appia longarum teritur regina viarum». («Ansioso di volgere i passi là dove, per un noto sentiero, si snoda l’Appia, regina delle lunghe vie», (Stazio I sec d.C)

Il primo sampietrino fu posato nel lontano 312 a.C., su commissione del censore Appio Claudio per mettere in comunicazione Roma con le regioni del Sud. A distanza di più di due millenni la Regina Viarum è ancora lì, in tutta la sua magnificenza: si rinnova anche quest’anno l’Appia day, con oltre cento iniziative ed eventi patrocinati dal Comune di Roma e della Regione Lazio.

Obiettivo dei promotori è quello di preparare il terreno per chiedere di operare una definitiva e completa pedonalizzazione della strada 365 giorni l’anno, in modo da restituire prestigio a uno dei più grandi musei a cielo aperto, seguendo così l’ispirazione di Antonio Cederna, l’intellettuale ambientalista che più si batté per valorizzare l’Appia Antica e il suo ricco patrimonio espositivo, realizzando così un nuovo paradigma di museo, in un intreccio tra archeologia e urbanistica.

Tra gli eventi previsti l’ARCHEOGRAB, un tracciato da percorrere in bicicletta alla scoperta di un tratto parziale del progetto GRAB – il Grande Raccordo Anulare delle Bici – ben 45 km di ciclovia  la cui realizzazione prevederà sarà finanziata dalla legge di stabilità 2016-2018, tra spazi immersi nel verde e tratti urbani. L’evento in questione prevederà 7 tappe, ognuna corrispondente a 7 bollini da registrare su un apposita tessera che, consegnata agli organizzatori, garantirà l’acquisizione di gadget personalizzati “Appia Day – dal 312 a.C”. Dall’Arco di Druso, costeggiando il Parco degli Acquedotti e la Caffarella, per poi tornare sull’Appia Antica all’altezza della Villa dei Quintili, e via verso Cecilia Metella e il Circo Massimo, un percorso all’insegna dell’ecologia e del rispetto dell’ambiente a Roma, la capitale europea del verde e della biodiversità, che può vantare ben 1798 aree verdi, per un totale di più di 4000 ettari.

Appuntamento fissato per il 12 maggio, per saperne di più sulla quarta edizione del Festival, consultare il sito.

 
Please follow and like us:

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi