L’Italia ottiene ottimi risultati nel progetto eTwinning

L’Italia ottiene ottimi risultati nel progetto eTwinning

L’INDRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) ha registrato per il 2019 un significativo aumento dei gemellaggi eTwinning. Il progetto eTwinning permette attraverso una piattaforma informatica di mettere in contatto professori di nazionalità diverse, consentendo la creazione di progetti culturali che oltrepassino i confini dei singoli paesi. Il progetto è nato nel 2005 su iniziativa della Commissione Europea ed è oggi inserito nel programma Erasmus+ 2014-2020. L’obiettivo è quello di rafforzare l’interconnessione tra le istituzioni scolastiche e di creare così un sentimento di appartenenza europea che leghi i giovani cittadini del continente.

Se guardiamo i dati, sono 11.124 i professori italiani iscritti alla community eTwinning nel 2019. In totale, sono 78.945 i docenti italiani iscritti, ben il 10% di tutti i partecipanti al progetto proviene dall’Italia. Dal 2005 ad oggi sono 28.445 i progetti attivati nell’ambito di questo progetto, di questi sono 4.592 quelli attivati nel 2019. L’Italia si posiziona così al terzo posto per numero di progetti dopo Turchia e Polonia. Rivolgendo lo sguardo all’interno dei nostri confini scopriamo che è la Sicilia, con 844 nuove collaborazioni, a detenere il record fra le regioni italiane. Il 45% percento dei progetti di collaborazione che l’Italia ha attivato sono stati rivolti a soltanto tre paesi: Spagna, Turchia e Francia. Dei 1511 progetti candidati alla certificazione di qualità, 1033 hanno ottenuto esito positivo, per una percentuale del 70% che si attesta in linea con i risultati del 2017 e del 2018. I Certificati di Qualità sono delle attestazioni ufficiali del livello di qualità raggiunto dai progetto secondo criteri stabiliti a livello europeo. Si può quindi osservare come vi sia stata una crescita sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo delle attività intraprese all’interno del progetto eTwinning.

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi