“La risposta della farmacia all’emergenza Covid-19”: seminario alla Sapienza

“La risposta della farmacia all’emergenza Covid-19”: seminario alla Sapienza
      Intervista a Carlotta Marianecci

Sono tanti i cambiamenti provocati dal Covid-19 nella vita di tutti i giorni; uno di questi riguarda il ruolo del farmacista, oggetto del convegno “La risposta della farmacia all’emergenza Covid-19” del 24 novembre, presso l'”Aula D” del “Plesso Tecce” della Sapienza di Roma. Il seminario, presentato dalle prof. Carlotta Marianecci e Maria Carafa e introdotto dalla prof. Mariangela Biava, vice Preside della Facoltà di Farmacia e medicina, ha avuto come ospiti i farmacisti Pietro Siciliano e Maria Grazia Mediati, le farmaciste neo-laureate Federica Corridori e Claudia Albanese e il Team Leader Support & Training PCS di CGM Italia, Marco Abbiati.

«Una giornata nata per mettere in luce tutte le sfide che ha dovuto affrontare il farmacista durante l’emergenza legata al Covid, il quale si è trovato in prima linea ad affrontare le esigenze del Sistema Sanitario Nazionale e dei pazienti» – così Carlotta Marianecci, docente del Dipartimento di Chimica e Tecnologie del Farmaco. «Il farmacista – prosegue la prof.ssa Marianecci – ha dovuto organizzarsi per fornire nuovi servizi ed implementare gli altri già presenti, andando incontro alle esigenze del cittadino e facilitando l’atto della dispensazione del medicinale». Tra i nuovi servizi attivati in farmacia, come ricordato durante il convegno dalla dott.ssa Maria Grazia Mediati, «la possibilità di effettuare tamponi e vaccini, dando così un grande contributo alla lotta contro il Covid».

Non più farmacisti che “danno la scatoletta“, dunque, ma farmacisti che consigliano, supportano e sostengono i pazienti, difendendoli dalle numerose fake news in ambito sanitario, rappresentando così un valore aggiunto per il cittadino, il quale ha iniziato a vedere la farmacia come un fondamentale punto di riferimento sanitario accessibile sul territorio.

Un altro importante cambiamento nella farmacia è stato quello della “digitalizzazione” dei servizi offerti, con l’obiettivo di limitare lo spostamento delle persone e, di conseguenza, il contagio da Covid-19. Quali le soluzioni informatiche a disposizione dei farmacisti? Marco Abbiati, Team Leader Support & Training PCS di CGM Italia (azienda che ha messo a disposizione le piattaforme) ne ha parlato: «Il servizio gratuito RICETTAinFARMACIA è una delle soluzioni più utili. Con questo servizio non è più necessario recarsi in farmacia per acquistare un medicinale: basta collegarsi al sito, mettersi in contatto con la farmacia, scegliere il prodotto e andarlo a ritirare non appena sarà disponibile. Tutto questo ha ridotto i pericoli di contagio e facilitato l’accesso ai servizi di medicina e farmacia».

«Inoltre – prosegue Abbiati – abbiamo reso disponibile, sempre a titolo gratuito, CLICK-DOC, una piattaforma che consente al cittadino di prenotare online un servizio offerto dalla farmacia, senza la necessità di stare per ore al telefono. Offre un grande risparmio di tempo e, soprattutto, limita lo spostamento di persone e la circolazione del virus».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi