‘Villa Ada-Roma incontra il mondo’: un festival di storie, suoni e ricordi

‘Villa Ada-Roma incontra il mondo’: un festival di storie, suoni e ricordi

E’ partita il 15 giugno la XXV edizione di ‘Villa Ada-Roma incontra il mondo’, festival che è diventato con il tempo un vero e proprio simbolo dell’estate romana.  Un’edizione speciale quella di quest’anno, in cui si festeggiano venticinque anni dall’inizio della manifestazione. Un’avventura iniziata nel 1993, anno del Trattato di Maastricht, dell’inchiesta ‘Mani pulite’, stagioni a cavallo tra la fine della prima Repubblica e l’inizio della seconda, in cui Roma si scopre in bilico tra bellezza e criticità. Dal 1993 si sono svolti più di 300o concerti sul palco di Villa Ada, si sono passati il testimone più di 120 artisti. Numeri importanti, che hanno reso il festival uno dei più apprezzati della stagione estiva. L’evento, a cura di ARCI Roma e d’Ada srl, durerà fino al 10 agosto e vedrà alternarsi sul palco esponenti del  cantautorato e dell’indie italiano come i Ministri, Colapesce+ Andrea Laszlo De Simone, Galeffi+Mox, Willie Peyote e tanti altri. Un festival che guarda al passato ma anche al presente, come dimostra l’attenzione verso generi tornati in voga come il rap e la trap.

Il concept di questa XXV edizione è “T’ho amato sempre, non t’ho amato mai”, verso del grande Fabrizio De Andrè, a cui si è reso omaggio il 28 giugno con un concerto-tributo in occasione del ventennale della sua morte. Il tema scelto per quest’anno ha un carattere contraddittorio e ambivalente, che esprimere il rapporto tra i romani e la loro città, ma anche i sentimenti vissuti dal pubblico durante i momenti di un festival: dagli amori nati e finiti, fino alle attese vane e quelle ricompensate.  Al centro della manifestazione le vicende di tutte quelle persone che in questi anni hanno attraversato Villa Ada: racconti belli, sentimenti forti e complicati, storie di amore e di odio.

Di seguito il programma completo del Festival (soggetto a possibili variazioni):

Ministri + Spiritual Front – 29 giugno

Colapesce + Andrea Laszlo De Simone – 30 giugno

Galeffi + Mox – 3 luglio

Godspeed You! Black Emperor – 4 luglio

WIllie Peyote – 5 luglio

Il Muro del Canto – 7 luglio

Giovanni Lindo Ferretti – 9 luglio

Pinguini tattici nucleari – 10 luglio

Reverend Horton Heat – Psychobilly Rome Holy Day Fest – 11 luglio

Bud Spencer Blues Explosion – 12 luglio

Washed Out – 13 luglio

Chinese Man – 14 luglio

Calibro 35 – 15 luglio

Little Steven and The Disciples of Soul – 17 luglio

Dobet Gnahorè (Nelson Mandela International Day) – 18 luglio

Gogol Bordello – 19 luglio

Mezzosangue – 20 luglio

New York Ska Jazz Ensemble + Shots in the Dark – 22 luglio

Kruder & Dorfmeister – 23 luglio

Goran Bregovic – 24 luglio

Nitro – 25 luglio

Orchestraccia – 26 luglio

Tedua – 28 luglio

Nicola Vicidomini  29 luglio

Huun-Huur-Tu – 31 luglio

Ministry – 1 agosto

Stefano Saletti e Banda Ikona – 2 agosto

 Iosonouncane + Paolo Angeli – 3 agosto
Otto Ohm – 4 agosto

Andrea Celesti 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi