Torna a San Lorenzo il Festival Giardino Verano di Habicura

Torna a San Lorenzo il Festival Giardino Verano di Habicura

Roma con l’arrivo della bella stagione si arricchisce di eventi ed iniziative culturali, fra questi fa il suo ritorno al Piazzale Verano – l’oasi verde di San Lorenzo – Il Festival Giardino Verano il progetto che parte da Habicura.

Una programmazione di 150 giorni in cui si susseguono numerosi eventi culturali come spettacoli di danza e di teatro, presentazioni di libri, ma anche laboratori per coinvolgere sia gli adulti che i bambini. Il tutto viene accompagnato da tanta musica con concerti che abbracciano vari generi musicali e il buon cibo, immersi in un paesaggio suggestivo e naturale come quello dell’oasi di San Lorenzo.

Le origini del Festival risalgono a circa sette anni fa. Fin dal primo momento il Festival Habicura – ad oggi diventato una Società – nasce con l’obiettivo di voler riqualificare uno spazio urbano che altrimenti sarebbe rimasto abbandonato e inutilizzato costretto al deterioramento temporale, ma invece con queste iniziative ha l’opportunità di poter rinascere ed essere vissuto diventando una vera e propria oasi di benessere.

Il Giardino Verano – appartenente ad uno dei quartieri più storici romani – è senza dubbio uno spazio che aveva bisogno di rivivere. Il progetto è stato promosso e sposato dal Municipio di Roma II che con il bando E-State Insieme aveva lo scopo di garantire ad ogni singolo cittadino un’estate in sicurezza in una location suggestiva.

Habicura si impegna a portare avanti la culturale garantendo una trans-culturalità coinvolgendo l’intera collettività. Bisogna «combattere i compartimenti stagni» – come sottolinea Emanuele Caputo – che si creano tra diverse generazioni e fase di età, ma anche tra la diverse culturale. L’inclusività, la diversità culturale, la conoscenza e l’amore per l’arte sono gli elementi cardine di Habicura, dalla cui cura e passione è simbolo anche il nome. «La musica deve tornare ad essere fruibile da tutti e per tutti» per questo i nostri eventi sono gratuiti.

Nessuno deve essere lasciato indietro, ma anziani, giovani, adulti e bambini potranno trovare all’interno del Festival uno spazio collettivo in cui condividere e arricchirsi. Per questo motivo, il progetto vede anche convolti tantissimi giovani, tra i quali un ruolo molto attivo e impegnato è tenuto dal gruppo Giovani Municipio II di cui fanno parte numerosi ragazzi e ragazze ai quali è concesso uno spazio per organizzare serate culturali, artistiche e teatrali.

Questo palinsesto così vario, pieno di colore e promotore della diversità culturale internazionale, rende il Giardino Verano una piccola caput mundi.  «La contaminazione tra culture è il file rouge della programmazione, che esprime un chiaro richiamo alla vitalità e alla missione di quest’estate: viaggiare attraverso i colori, la musica, la cucina e le tradizioni del mondo».

Inoltre, tutti i progetti di Habicura sposano da sette anni campagne green e di sostenibilità ambientale. In merito a ciò, saranno presenti anche eventi, laboratori e spettacoli aventi come elemento cardine l’educazione naturale. Sostenibile ed eco-friendly saranno anche i prodotti utilizzati all’interno del Giardino. Infatti, sarà esclusa la plastica per lasciare spazio a stoviglie e contenitori di vetro, mantenendo un luogo naturale Plastic Free. «Quest’anno la nostra campagna di sensibilizzazione sarà rivolta ad eleminare il monouso».

Programma dal Venerdì 11 Giugno a Venerdì 18 Giugno

Venerdì 11 Giugno: Inaugurazione – Spettacolo di Flamenco

Baile: Sabrina Logué, Stefano Arrigoni “El farrubio” y academia de flamenco El Rio Andaluz. Guitarra: Sergio Varcasia. Cante: Rosarillo. Cajon: Gabriele Gagliarini.

Sabato 12 Giugno: iMusic & DjSet

Festival musicale dedicato ai più piccoli, con intrattenimento e giochi dedicati, Dalle 19.00 spazio al Djset del Dj Mirabella: musica da tutto il mondo.

Domenica 13 Giugno: Roda Do Brasil

Giornata all’insegna della musica brasiliana, di quella buona, suonata con classe da ottimi musicisti.

Martedì 15 Giugno: Carla Cocco Trio

Carla Cocco: un timbro vocale di sapore internazionale e una grinta tipica dell’universo musicale brasiliano. Ad accompagnare l’artista la fisarmonica di Stefano Indino (già fisarmonicista di Massimo Ranieri, Nicola Piovani e Fiorella Mannoia) e la chitarra e lap steel guitar di Andrea De Luca.

Venerdì 18 Giugno: Falastin Festival: Preview del festival culturale dedicato alla Palestina, alla sua cultura e i suoi colori.

Quest’anno tra le iniziative del Festival verranno organizzati dei Tandem linguistici, con delle lezioni pomeridiani di conversazione e insegnamento della lingua araba, coinvolgendo gli studenti dell’Università La Sapienza.

Successivamente saranno in programma anche serate di musica reggae – con Radici nel Cemento –, jazz – in collaborazione con la scuola iMusic – cantautorato romano con Emilio Stella e dj set con dj Elvis del Mar, dal suo sound eclettico che abbraccia la musica di ogni Paese.

Sabato del Villaggio, invece, per i più piccoli dalle ore 17 ogni sabato, dalle 17.00 in cui potranno sbizzarrirsi e approcciarsi alla sostenibilità con i laboratori di bio-costruzione e riciclo creativo con Landmark e divertirsi con laboratori creativi e spettacoli di magia, teatro e giocoleria con Maga Nanà e molti altri.

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi