Seminario: The Internet as a context

Seminario: The Internet as a context

Lunedì 16 luglio si è svolto presso l’Aula Master del Coris della Sapienza, il seminario “The Internet as a context”.

Jia Lu, PhD School of Journalism and Communication Tsinghua University Beijing, ha incontrato studenti e docenti per affrontare le tematiche oggetto della sua ricerca, ovvero gli effetti di Internet sull’intolleranza morale e sociale.

Ad aprire l’incontro e dare il benvenuto a Jia Lu è stato il Direttore del Dipartimento Coris, Bruno Mazzara, che ha sottolineato l’importanza di internet e la relazione nel contesto sociale. Ha spiegato, inoltre, come sia importante ospitare ricercatori del settore per comprendere al meglio le dinamiche relative a questo contesto.

Jia Lu ha illustrato i risultati della sua ricerca che ha indagato, per l’appunto, l’impatto di internet nella società e nella vita sociale di ciascun individuo.

I punti cardine del lavoro svolto sono: l’influenza dei nuovi media nel contesto sociale e nelle opinioni pubbliche, l’informazione tramite internet, e i cambiamenti nelle abitudini consumistiche.

Nel contesto politico, ad esempio, internet afferma l’agenda pubblica, l’identità nazionale, l’intolleranza e le posizioni sulla protezione dell’ambiente.

Nello studio di questi fenomeni, Jia Lu ha rilevato un’opposizione, ovvero chi usa più internet per informarsi si fida meno dell’informazione dei media tradizionali.

Per questo, i suoi studi si sono soffermati, in particolar modo, sugli argomenti di populismo, polarizzazione, estremismo, filter bubble, conducendolo ad indagare di più l’intolleranza sociale e morale.

Il tutto distinguendo il livello degli individui, secondo l’uso di internet, il tasso di scolarizzazione, l’attitudine, la posizione geografica, e l’uso dei media.

La ricerca è stata condotta secondo metodi quantitativi.

I temi di discussione sono stati: la penetrazione di internet che crea un contesto di informazione incerto e caotico, le attitudini negative che aumentano, e l’istruzione inibita. Ma di contro, bisogna stabilire se la partecipazione ad internet riesca, invece, a restaurare l’ordine e la razionalità, e riesca ad accrescere il livello di istruzione.

Cristina Migliorisi

Please follow and like us:

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi