Presentato alla Sapienza il programma NoiBene

Presentato alla Sapienza il programma NoiBene

Martedi 9 novembre si è tenuta la presentazione annuale di NoiBene, il programma della Sapienza dedicato alla comunità studentesca volto alla promozione del benessere e alla prevenzione del disagio psichico.

L’evento è stato moderato dal Professore Alessandro Couyoumdjian che si occupa del percorso NoiBene. I saluti istituzionali sono stati affidati ad Anna Maria Giannini, psicologa e direttrice del Dipartimento di Psicologia, Fabio Lucidi, preside della Facoltà di Medicina e Psicologia, e Tiziana Pascucci, prorettrice alle Politiche per l’orientamento e il tutorato.

Alessandro Couyoumdjian ha introdotto il seminario con una lettura scientifica sulla stima di persone che soffre e non richiede aiuto, come nel caso della schizofrenia. Il docente ha evidenziato il fatto che i giovani sono una popolazione a rischio, anche se ci sono programmi di prevenzione sono sviluppati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, dalla Comunità Europea e dal Sistema Sanitario Nazionale.

In un secondo tempo, Matteo Spicuglia, giornalista della Rai dal 2008 nella redazione di Torino, ha presentato il suo libre Noi due siamo uno, sulla vita di Andrea Soldi. Il 5 agosto 2015 Andrea Soldi, un uomo di 45 anni con schizofrenia, è morto per un TSO a Torino. Tre poliziotti lo portarono via della Piazza Umbria, con la forza, causando una compressione del collo che si rivelò fatale.

Matteo Spicuglia ha iniziato a seguire il caso di Andrea dalle indagini sulla sua morte al processo. Durante le udienze, ha familiarizzato con Renato e Cristina, il padre e la sorella di Andrea. Hanno prestato il diario di Andrea al giornalista, che lo avrebbe ispirato a scrivere questo libro. L’autore ha letto alcuni brani del libro agli studenti presenti, che hanno poi potuto guardare il documentario sulla sua indagine.

Successivamente, Roberto Quintiliani, psicologo e direttore della Scuola di Specializzazione AIPPI, ha presentato DentroFuori, un documentario di Roberto Orazi e prodotto dalla Reverie Fondatori Impresa Sociale srl, di cui Roberto Quintiliani è il presidente.

DentroFuori racconta le storie di un gruppo di affidati in cura che frequentano il Centro Diurno della Rêverie: un lungo e doloroso percorso nella malattia mentale. Ora, hanno voglia di ricominciare a progettare la loro vita nei desideri che erano stati interrotti. Perché «Chi perde la testa perde tutto» (DentroFuori).

Il regista Roberto Orazi ha presentato questo come un montaggio video dall’aspetto quasi scientifico, una particolare ricerca cinematografica ed estetica. Le immagine lasciano il posto a voci, spesso fuori campo, interviste sincere che narrano storie difficili. Sono presentate come esempio di una condizione complicata da cui è difficile uscire, o in alcuni casi sopravvivere.

Chiara Riuni, professoressa associata in Psicologia Clinica all’Università di Bologna, ha presentato i «Fattori di vulnerabilità, benessere e risorse personali negli studenti universitari» e ha sottolineato il fatto di promuovere la salute mentale nei contesti universitari.

Alessandro Couyoumdjian ha concluso spiegando che NoiBene è un intervento evidence-based che mira alla prevenzione del disagio psichico e alla promozione del benessere. Funziona come un percorso, individuale o di gruppo, che si articola in una serie di moduli di apprendimento. Dal 2019 al 2021, 650 studenti hanno partecipato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi