Sanremo 2017, la finale

Sanremo 2017, la finale

Cala il sipario sulla 67esima edizione del Festival di Sanremo, che ha visto trionfare, a sorpresa, Francesco Gabbani con la sua originale “Occidentale’s Karma”, ormai diventata a tutti gli effetti un tormentone. Deve “accontentarsi” del secondo posto Fiorella Mannoia (“Che sia benedetta”) la cui vittoria era data quasi per certa, comunque vincitrice di ben due premi: “Miglior testo” e il premio della sala stampa; terzo classificato Ermal Meta (“Vietato Morire”) che ha portato a casa il premio della critica.

La finalissima del Festival è stata seguita da ben 12.022.000 di telespettatori, conquistando così il 58,4% di share. Dunque ascolti record, il risultato migliore dalla finale del 2009 condotta da Paolo Bonolis.

Il Festival 2017 si conclude inoltre con una media di ascolti a serata di 10 milioni di telespettatori e il 50.7% di share. Edizione questa che, oltre per gli straordinari ascolti, rimarrà nella storia, ovviamente, anche per la coppia Carlo Conti e Maria De Filippi, la cui conduzione è stata promossa a pieni voti.

Come tutto il Festival, anche la finale è stata impreziosita da molti ospiti, a partire da Zucchero che ha portato sul palco dell’Ariston un midley dei suoi più grandi successi. Presenti anche Alvaro Soleil, Geppi Cucciari, Carlo Cracco, Enrico Monstesano, Alessandra Mastronardi, Giusy Buscemi e Diana Del Bufalo. Dopo 4 serate in collegamento, per la finale, sul palco anche Maurizio Crozza nei panni del senatore Razzi.

E insieme al Festival volge al termine anche l’avventura sanremese di Radio Sapienza, che ha accompagnato con tanto impegno e passione i radio ascoltatori durante tutto il Festival. Cinque serate che hanno trattato a fondo e raccontato le varie sfaccettature, la storia ed il successo del Festival di Sanremo.

In occasione della finale, l’ultima puntata del format Sa(n)remo a Radio Sapienza è stata dedicata alla storia del Festival, in particolare alle canzoni vincitrici di ogni edizioni nei vari decenni, dando vita così ad un racconto, nostalgico ed emozionate, del Festival di Sanremo.

Come le precedenti, anche l’ultima puntata ha visto la presenza di ospiti illustri, che hanno raccontato ai nostri microfoni, le emozioni che hanno provato calcando il palco dell’Ariston. La diretta è stata anticipata infatti dalle interviste ad Antonio Maggio, vincitore della sezione giovani del 2013 con il brano “Mi servirebbe sapere”, Tiziana Rivale che vinse il Festival nel 1983 con “Sarà quel che sarà” e l’intervista a Mariana Occhiena, ex membro dello storico gruppo Ricchi e Poveri.

La seconda edizione di Sa(n)remo a Radio Sapienza si è rivelata un successo, un format ben strutturato, realizzato con tanto impegno. La tematizzazione delle varie puntate, il live streaming anche sul canale YouTube, l’attiva interazione con il pubblico sui social network e le interviste ad artisti e personaggi che hanno fatto e continuano a far parte della grande storia di Sanremo, sono le novità che hanno reso questo format ancora più coinvolgente.

Ma l’ingrediente principale è rappresentato senza dubbio dalla redazione di Radio Sapienza, dai ragazzi che hanno lavorato con costanza e tanta passione.

Conosciamo il team di Radio Sapienza. Gli speaker: Roberta Toce, Federica Palma, Maria Vittoria Marzullo, Giulia Ledda, Giovanni Calenda, Angela Lagatta, Alessandro Vitiello. Alla regia: Tommaso Fossella, Andrea Coclite, Gianluigi Cardito, Gianluca Viscogliosi, Laura Marsala. All’area social: Francesca Lena e Teresa Bottai.

Un ringraziamento va anche a Carmine Piscopo, Dario Fanara e Andrea Pranovi che hanno aiutato e supportato tutto il team di Radio Sapienza nella realizzazione del format.

 

Rosario Aprile

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi