Dal 12 dicembre a Roma la XVI edizione del “Premio Europa per il Teatro”

Dal 12 dicembre a Roma la XVI edizione del “Premio Europa per il Teatro”

Dal 12 al 17 dicembre a Roma si terrà la XVI edizione del “Premio Europa per il Teatro” e la XIV edizione del “Premio Europa Realtà Teatrali“. Un’importante occasione per far conoscere gli artisti premiati e far avvicinare il pubblico alle performance teatrali più originali e creative.

La prima edizione ci fu nel 1986, ma soltanto nel 2002 venne riconosciuto dal Parlamento e dal Consiglio Europeo. Questo è un premio alla carriera,  mirato a valorizzare compagnie o teatri scelti grazie al loro percorso artistico.

Dalla terza edizione venne annesso il “Premio Europa Realtà Teatrali”, che si impegna ad esaltare opere ed artisti che incoraggino tendenze ed iniziative dedite al teatro europeo in tutte le sue forme, con un occhio di riguardo per le discipline di danza e musica.

Per l’edizione di quest’anno si avrà modo di assistere all’esibizione “Ashes to Ashes di Harold Pinter“, interpretata da Isabelle Huppert e Jeremy Irons (i due vincitori), famosi per la loro maestria nel passaggio tra ruolo teatrale e ruolo cinematografico. Dopo la performance Isabelle Huppert leggerà dei brani di Guy de Maupassant.

In via eccezionale sono stati assegnati altri due premi “speciali”: allo scrittore drammaturgo e poeta Wole Soyinka , per la sua opera che ha saputo unire il vecchio Continente all’Africa, toccando temi ricorrenti; al regista e direttore teatrale tunisino Fadhel Jaibi, che ha rappresentato la vita di intere popolazioni del Maghreb e del mondo arabo.

Per quanto riguarda il “Premio Realtà Teatrali” tra gli artisti premiati c’è la regista olandese Susanne Kennedy, che con la sua opera “The Virgin Suicides” vuole annettere al teatro anche altre forme d’arte attraverso delle installazioni visive. Alessandro Sciarroni, artista visivo e performer, espone la sua creazione “Untitled I will be there when you die” e presenta in anteprima “Cowboys”. Kirill Serebrennikov, regista teatrale e cinematografico, definito artista geniale, ‘totale’ ed innovatore, è premiato per aver ideato nuovi spazi scenici.

Saranno coinvolti alcuni dei vincitori delle precedenti edizioni che parteciperanno con spettacoli, anteprime e letture, ma anche con conversazioni, convegni e incontri, così da offrire a chi studia e pratica il
teatro la possibilità di entrare nella loro ottica artistica. Questi prenderanno parte alla giuria, insieme a critici, giornalisti ed agli Organismi Associati al Premio.

Organizzatore della manifestazione è il Teatro di Roma con il Polo Museale del Lazio, in collaborazione con Palazzo Venezia e il Teatro Palladium.

Sabina Marchetti

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi