Roma: Più libri più liberi, la fiera nella Nuvola di Fuksas

Roma: Più libri più liberi, la fiera nella Nuvola di Fuksas

In attesa dell’evento che si terrà la prossima settimana, precisamente dal 6 al 10 dicembre, parliamo di uno degli eventi culturali più importanti della Capitale: Più libri più liberi. La fiera dedicata alla Piccola e Media editoria è il primo evento “open”, anche se con biglietto, organizzato nella Nuvola, famosa opera architettonica firmata Massimiliano Fuksas.

Una delle novità di questa sedicesima edizione è proprio il cambio di sede, da quella storica del Palazzo dei Congressi, alla struttura in zona Eur, il Roma Covention Center- La Nuvola. “Lo spostamento di sede non ha solo una rilevante valenza logistica, ma anche simbolica”, ha sottolineato Annamaria Malato, presidente di Più libri più liberi. “La manifestazione culturale più importante della Capitale sarà ospitata nell’opera architettonica più all’avanguardia d’Europa.”.

Il vero cuore della fiera è il programma culturale: incontri con gli autori, reading, dibattiti su temi di attualità, iniziative per la promozione della lettura, musica e performance live scandiscono le cinque giornate della manifestazione, in una successione continua di eventi per tutti i gusti. Parlando di numeri saranno presenti all’evento oltre 1000 autori ospiti con 500 editori (100 in più del 2016) e un programma che sfiora i seicento appuntamenti tra convegni, mostre e seminari.

Ospiti attesi dal mondo Margo Jefferson con il suo Negroland e la faccia borghese della comunità afroamericana, e ancora Paul Beatty, Luis Sepulveda, Marc Augé, Alan Pauls. Tra gli italiani Giancarlo De Cataldo, Andrea Camilleri, Edoardo Albinati, Massimo Recalcati, Massimo Carlotto, Walter Siti, Antonio Manzini, Marco Malvaldi, Alessandro Barricco, Michela Murgia, Chiara Valerio, Valeria Luiselli.

La letteratura incontra una vasta pluralità di temi fra cui mafia, terrorismo, neo-nazionalismi, unioni civili, immigrazione, sport e legalità, oltre ad un focus su Roma con alcuni ospiti fra cui Gigi Proietti, Walter Veltroni, Ascanio Celestini, Zerocalcare e Laura Larcan.

“È un passaggio che ci rende orgogliosi” ha commentato il presidente di Aie, Ricardo Franco Levi. “La mostra Più libri più liberi – aggiunge – in un palcoscenico così prestigioso e innovativo consolida la manifestazione come appuntamento fondamentale dell’associazione, insieme a Tempo di Libri, perché dedicata espressamente alla piccola e media editoria e voluta e sostenuta da tutta l’editoria, grande e piccola”.

Federica Tuseo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi