“Prove pubbliche di Sociologia”: arriva il festival alla Sapienza

“Prove pubbliche di Sociologia”: arriva il festival alla Sapienza

Si è svolto ieri 11 ottobre, presso il Centro Congressi del Coris in via Salaria 113, il primo incontro di “Prove pubbliche di sociologia”, evento che si inserisce nella più ampia cornice della settimana della Sociologia negli Atenei italiani, alla quale La Sapienza ha aderito. Quest’anno, dal 13 al 20 ottobre, 40 atenei italiani daranno vita a un dibattito sociologico con l’opinione pubblica; sarà una partecipazione massiccia, che può solo rendere orgogliosi gli organizzatori di questa 7 giorni, ossia la Conferenza nazionale dei Direttori dei Dipartimenti di Sociologia.

Tanti gli ospiti che si sono alternati nel nostro Ateneo nella giornata di ieri, e tanti altri lo popoleranno nel successivo incontro previsto per il 18 ottobre, in occasione della Giornata Sociologica Sapienza. E’ stato Mario Morcellini, in qualità di Commissario all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ad inaugurare il congresso, ricordando ai presenti il problema dilagante del populismo. Le sirene del populismo e dell’individualismo devono essere combattute grazie alla Sociologia e più in generale grazie alle Scienze Sociali.

La parola è poi passata a Antonello Biagini, Presidente della Fondazione Sapienza e a Bruno Mazzara, direttore del Coris. Nei loro interventi è emerso come le Scienze Sociali e la Sociologia possano essere di supporto in svariate situazioni. Secondo Biagini, per studiare un fenomeno sociale occorre analizzarlo anche e soprattutto a partire dalle sue radici, per capire i risvolti attuali dello stesso fenomeno; la Sociologia, in tutto ciò, svolge un ruolo di sostegno. Mentre Mazzara ha sottolineato come nella vita di oggi i momenti di terrore siano sempre presenti, aggiungendo che le Scienze Sociali possono contribuire alla risoluzione di questo grave e attuale problema.

Successivamente Carla Facchini, Presidente della Conferenza dei Direttori di Sociologia, ha messo in luce il problema della scarsa presenza della Sociologia nel dibattito pubblico; per rimediare a ciò occorre ribadire la sua importanza ed il suo ruolo, anche grazie al ruolo pubblico di promozione culturale delle Università. Secondo Facchini, la Sociologia non può correre da sola, ma deve rapportarsi in modo molto forte alla Statistica e all’analisi dei dati per capire i cambiamenti sociali in atto.

Maria Caterina Federici, organizzatrice del Festival di Narni, ha invece focalizzato l’attenzione sul Festival di Sociologia che si svolgerà anche quest’anno nella piccola cittadina umbra di Narni. Il Festival, giunto alla sua seconda edizione, è un occasione di dialogo tra i sociologi e tutti gli interlocutori (anche non sociologi) sui temi attuali. La sociologia infatti nasce quando la società non riesce a dare risposte al cambiamento.

A chiudere la Conferenza sono stati Giorgio Alleva, presidente dell’ISTAT, Enrica Amaturo, presidente dell’Ais e Adriano Giannola, Presidente SVIMEZ. Sia Giorgio Alleva che Enrica Amaturo hanno ribadito l’importanza del contributo statistico nella lettura dei fenomeni sociali. Giannola, invece, ha posto l’accento sull’economia, in particolare sulle disparità economiche tra Nord e Sud Italia, tema che deve essere affrontato anche sociologicamente.

La Settimana della Sociologia proseguirà anche in occasione del secondo incontro previsto nel nostro ateneo il 18 ottobre, con la Giornata Sociologica Sapienza.

 

Intervista a Bruno Mazzara, Direttore del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale

 

Intervista a Mario Morcellini, Commissario all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni.

 

Intervista a Giorgio Alleva, presidente dell’ISTAT.

 

Intervista ad Adriano Giannola, presidente SVIMEZ.

 

Intervista a Carla Facchini, docente di Sociologia della Famiglia presso l’Università degli Studi Milano Bicocca e presidente della Conferenza nazionale dei Direttori e dei Responsabili delle strutture didattiche di area Sociologica.

 

Intervista a Maria Caterina Federici, docente di Sociologia generale presso L’Università degli Studi di Perugia e organizzatrice del Festival della Sociologia.

 

Intervista a Enrica Amaturo, direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali Federico II e presidente nazionale dell’Associazione Italiana di Sociologia.

Maria Rita Zedda

Please follow and like us:

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi