Presentato all’Adriano “Smetto quando voglio – Masterclass”

Presentato all’Adriano “Smetto quando voglio – Masterclass”

È stato proiettato al cinema Adriano in anteprima il nuovo film di Sydney Sibilia “Smetto quando voglio- Masterclass”, che sarà nelle sale cinematografiche a partire dal prossimo 2 febbraio.

Si tratta di una saga costituita da tre film. Se nella prima pellicola un gruppo di brillanti ricercatori universitari tentano di far fronte alla difficoltà concreta della precarietà producendo e spacciando smart drugs (droghe legali) diventando dei criminali, nella seconda parte della saga invece è proprio la legge ad avere bisogno di loro.

L’ispettore di polizia Paola Coletti (Greta Scarano)  infatti, vuole convincere il detenuto Pietro Zinni (Edoardo Leo) a ricomporre la banda dei ricercatori e di aiutarla a debellare le smart drugs in cambio dell’annullamento della pena di ogni membro della banda. Il fim diventa quindi una vera e propria action comedy in cui la banda deve affrontare le situazioni più disparate e rocambolesche.

Il regista Sydney Sibilia ha infatti espresso ai microfoni di RadioSapienza che la sua cinepresa diventa una lente d’ingrandimento per svelare un problema concreto dei nostri tempi: la difficoltà dei ricercatori italiani a trovare un lavoro ed un ambiente di lavoro adeguati.

Ciò dimostra il motivo per il quale giovani talenti preferiscono abbandonare il loro paese pur di trovare una dimensione lavorativa più confortevole, dando vita a quello che è l’ormai noto fenomeno della “fuga dei cervelli”. La produzione cinematografica si è fatta carico di questo problema non solo a livello teorico ma anche pratico.

Infatti, proprio perché la città universitaria si è trasformata in un set cinematografico per alcune scene del film, la produzione cinematografica ha istituito una vera e propria borsa di studio destinata ad uno dei giovani ricercatori dell’Università “La Sapienza” di Roma che si vorrà mettere in gioco partecipando ad un bando. Il premio è una consistente somma di denaro di cui il vincitore potrà disporre per la realizzazione del proprio progetto.

La collaborazione tra La Sapienza e la società di produzione “Groenlandia” di Matteo Rovere rappresenta quindi un’importante opportunità per sostenere la ricerca e finanziare il lavoro di giovani talenti affinchè questi possano rimanere nel loro Paese e contribuire alla sua crescita.

Intervista a Greta Scarano

      170124_Scarano (1)

Intervista ad Edoardo Leo

      170124_Leo [Alta qualità]~1

Intervista a Luigi Lo Cascio

      170124_LoCascio [Alta qualità]

Intervista a Sydney Sibilia

      170124_Sibilia [Alta qualità]

Silvia Covelli

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi