On air

On air

La radio intesa come mezzo di informazione ma soprattutto di conversazione ed ascolto ha dimostrato una sorprendente capacità non solo di resistere ma anche di adattarsi e persino sfruttare a proprio vantaggio le sfide ed i profondi cambiamenti indotti dalla rivoluzione digitale e non solo.

La storia di questo media inizia molti anni fa. Il nome più associato all’invenzione di questo mezzo di comunicazione è Guglielmo Marconi, sebbene fu Nicola Tesla a ricevere il brevetto per la radio nel 1943.

La radio nel corso della propria storia ha svolto e svolge anche nel presente molteplici e importanti funzioni: prima dell’avvento della televisione, avvenuto nel 1954, svolse il primario compito di informare in modo tempestivo ed immediato. Ulteriore e importante funzione svolta dalla radio è stata quella pedagogico-educativa realizzata mediante la formulazione di programmi culturali/educativi di vario genere(arte, scienza, società, attualità). Altro fondamentale compito è stato quello di intrattenere ed “accompagnare” gli ascoltatori  nel corso della loro giornata.  Tra gli storici programmi di intrattenimento che sancirono un nuovo periodo per la radio ricordiamo “Bandiera gialla” e “Alto gradimento” condotti entrambi da Renzo Arbore e Gianni Boncompagni. A questi due celebri conduttori va il merito di aver introdotto un nuovo stile di conduzione basato su improvvisazione e spontaneità.

Uno dei generi più antichi, duraturi e di successo del giornalismo radiofonico sono stati i programmi e notiziari sportivi; i più popolari riguardano attività quali ciclismo, auto e moto mobilismo e calcio.

Come nel passato la radio svolge ancora oggi l’importante funzione di “finestra sul mondo” ed a differenza degli altri media tradizionali è riuscita ad adattarsi ai cambiamenti,  alle caratteristiche del tempo presente e per questo a preservare il suo impatto culturale.

La radio oggi è anche digitale; i punti di forza di questa nuova tecnologia troviamo l’aumento della qualità audio, la fruizione mediante l’uso della rete e la possibilità di ascoltare i contenuti dei programmi in qualsiasi momento e contesto mediante i podcast.  L’università degli Studi di Roma “ La Sapienza”, ed in particolare il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, ha avviato nel 2007, un innovativo progetto di sperimentazione radiofonica digitale che ha portato alla fondazione di RadioSapienza, la web radio ufficiale degli studenti di questa Università.

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi