Neogiornalismo: Post Verità, Fact Checking e Fake News

Neogiornalismo: Post Verità, Fact Checking e Fake News

Nell’ambito del ciclo di seminari dedicati al Neogiornalismo (concetto portato alla luce e ampiamente spiegato da Mario Morcellini  nell’omonimo libro), si è tenuto l’incontro “Il Fact-Checking e il ruolo del Giornalista nell’epoca della Post-Verità”. In aula magna sono intervenuti Marzia Antenore (docente di Data Journalism, Coris), Michele Mezza (docente di sociologia della cultura digitale, Federico II di Napoli) e Giovanni Zagni (giornalista e coordinatore di Pagella Politica). Posizioni e punti di vista analitici differenti hanno contraddistinto il dibattito guidato da Christian Ruggiero (Ricercatore in Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi, Coris). neogiornalismo

Viviamo in una società ricca di informazioni ma non tutte sono corrette e precise. Ciò permette a molti di non discernere i contenuti nel modo più adeguato. C’è chi parla di utente pigro e chi, invece, sostiene la mancata valorizzazione delle fonti quando sono attendibili e “scientificamente provate” tuttavia si è d’accordo sul fatto che, ormai, la veridicità di una notizia non è cristallizzabile poichè è la realtà stessa ad aver perso la sua finitezza. La verità è un flusso socialmente negoziabile e permanente che non ha bisogno di mediatori. Ecco che il ruolo del giornalista cambia; il suo compito non è più quello di interpretare la quotidianità in senso lato ma di  creare community di persone in grado di collaborare fra loro. Nel giornalismo a rete, i fatti sanno difendersi dal giornalismo perchè come affermò Marshall McLuhan: “Il messaggio è l’utente”. Internet non ha fatto altro che dare importanza e potere decisionale a chi ascolta. Solo quest’ultimo può certificare l’attendibilità di una notizia.

Proseguendo su questa falsa riga, però, non bisogna trascurare la valenza dell’informazione che deve essere curata  soprattutto al giorno d’oggi a causa degli algoritmi e dei big data attraverso cui si produce valore aggiunto che diventa fondamentale per multinazionali che ne fanno il proprio core business (ex: Facebook, Google, Apple). Un algoritmo è una formula matematica non neutra che aumenta le disuguaglianze. Vengono paragonati ad armi di distruzione di massa poichè con i dati, le statistiche e le correlazioni spurie è possibile farla franca. Una delle conseguenze più evidenti è la creazione di storie verosimili e non vere. I contenuti prodotti e immessi sul web dovrebbero essere regolati da alcuni principi come la Negoziabilità, la Trasparenza e la Condivisibilità. Queste sono alcune delle proposte rilanciate in aula insieme all’esclusione di eventuali approcci censori e tribunali della verità.

Nel 2016, l’Oxford Dictionary ha proclamato come parola dell’anno “Post- Truth/ Post Verità” e da quel momento si utilizza per indicare quel meccanismo menzognero mediante il quale gli eventi oggettivi risultano essere, sull’opinione pubblica, meno influenti rispetto ai messaggi emozionali. Per contrastare il proliferare di citazioni di dati sbagliati e delle fake news, si fa capo al fact checking. Il campo di battaglia si sposta dall’ideologia ai fatti reali e concreti. L’obiettivo di chi attua questo procedimento è fornire un contesto informazionale di riferimento in cui i dati sono veri e riguardano tematiche di attualità. L’interesse crescente per questi fenomeni è d’obbligo per chi lavora nel campo della comunicazione e della ricerca. Infine, incontri e discussioni come questi sono consigliati e richiesti dagli studenti che possono approfondire e aumentare la loro conoscenza su argomenti che, essendo a loro contemporanei, non sono analizzati a fondo. Tracciare le prossime professionalità del giornalismo non è facile ma l’essenziale è intercettare le tendenze e lavorare in équipe: allievi e professori.  

neogiornalismo

 

Ascolta l’audio del seminario

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi