Natural HAZards Control and Assessment, Nuove sfide per il monitoraggio del territorio e delle infrastrutture

Natural HAZards Control and Assessment, Nuove sfide per il monitoraggio del territorio e delle infrastrutture

Mercoledì 13 e Giovedì 14 Novembre, presso l’Aula Magna del Rettorato, si è tenuto l’evento tecnico-scientifico “Natural HAZards Control and Assessment – Nuove sfide per il monitoraggio del territorio e delle infrastrutture”, organizzato dal Centro di Ricerca CERI, Dipartimento di Scienze della Terra della Sapienza e da NHAZCA, società spin-off della Sapienza, in occasione della celebrazione del suo dieci anni di attività.

Nella mattinata di Mercoledì sono state trattate tematiche riguardanti la prevenzione la gestione per la sicurezza delle infrastrutture e del territorio.

La giornata è proseguita con diversi interventi che hanno sottolineato l’importanza dell’osservazione della Terra per mezzo dei satelliti. Tanti, infatti, sono i satelliti già mandati in orbita dalle Agenzie Spaziali o da Società private e tanti altri verranno mandati a breve. Questi occhi sul nostro pianeta ci permettono di avere una notevole quantità di dati eterogenei (come, per esempio, la salinità dell’oceano o il monitoraggio dei ghiacciai) con una altissima risoluzione spaziale. Tali dati devono poi essere trasformati in informazioni riguardanti il territorio e, per far ciò, c’è bisogno della studio geologico. Fondamentale è quindi l’apporto della ricerca, che deve integrare i dati provenienti dal telerilevamento con l’aspetto geologico del terreno. Solo in questo modo è possibile prevenire i dissesti, sia quelli idrogeologici, sia in ambito urbano.

Queste informazioni diventano indispensabili per tutti coloro che sono gli attori durante la gestione delle emergenze, in primis Protezione Civile e Vigili del Fuoco. La conoscenza approfondita del territorio permette di pianificare il soccorso e di migliorarne la sua efficienza.

La giornata di Giovedì è stata invece dedicata al tema dell’innovazione, con la presentazione delle tecnologie che caratterizzeranno il monitoraggio e il controllo del territorio e delle infrastrutture nei prossimi anni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi