MotoGp, mondiale riaperto!

MotoGp, mondiale riaperto!
“Quanta fretta dove corri dove vai..” cantava Bennato in una celebre canzone, e sembra che fosse questo il motivetto intonato dal pilota maiorchino (secondo nel mondiale a 43 punti dalla vetta) durante tutto il week-end australiano,rivolgendosi al leader della classifica mondiale,Marquez.
 Quello d’Australia è stato un Gp atipico, per via della Bridgestone: la casa fornitrice dei pneumatici informa i team che le mescole posteriori fornite per questo Gp non permettono di compiere più di 14 giri, perciò la Direzione Gara decide di diminuire i numeri di giri del gran premio (inizialmente da 27 a 26 e successivamente a 19), in più è obbligatorio un cambio moto al nono giro.
 Con queste premesse il Gp si presenta pieno di incognite e sorprese. Jorge Lorenzo è veloce sin dalle prove libere del venerdi e conquista la pole position davanti al rivale Marquez e Rossi che chiude la prima fila: Pedrosa si piazza in quinta posizione mentre le due Ducati di Hayden e Dovizioso chiudono rispettivamente in ottava e nona posizione.
 Si parte, Lorenzo inizia forte,facendo un bel corpo a corpo proprio con Marquez, ma la svolta arriva quando il maiorchino rientra ai box come secondo regolamento, al contrario del connazionale che rientra un giro dopo, per via di una sbagliata comunicazione tra il pilota e il suo team, Honda Repsol, e cosi scatta la squalifica per il leader della classifica mondiale, che all’uscita dai box stava anche per causare un incidente tra lui e Lorenzo (fortunatamente nessuna conseguenza per nessuno dei due). Il pilota yamahista porta a casa la vittoria piazzandosi sul gradino più alto del podio, completato dal secondo posto di Dani Pedrosa e dal terzo posto di Valentino Rossi.
 A fine gara il team manager Honda, Livio Suppo, ammette l’errore della squadra scagionando da ogni responsabilità il pilota spagnolo; detto ciò il pilota Honda resta in testa al mondiale con 298 punti, seguito da Lorenzo a 280 punti a due gare dal termine.
 Il mondiale è riaperto e ne vedremo delle belle tra questi due talenti del motociclismo. L’appuntamento è fissato per domenica 27 Ottobre in Giappone, per una gara che promette spettacolo e che potrebbe consegnare il titolo ad uno dei due piloti o stravolgere tutto facendo si che  il titolo si assegni alla fine dell’ultima gara del motomondiale a Valencia.
Filippo Giannitrapani

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi