Metastasio fra dramma per musica e tragedia

Metastasio fra dramma per musica e tragedia

Lunedì 7 febbraio 2022 si è tenuto l’incontro con Carlo Caruso, docente di Filologia e critica delle letterature antiche e moderne dell’Università di Siena. L’evento dal titolo “Metastasio fra dramma per musica e tragedia”, inaugurerà la serie “Colloquia 2022” della sezione di Musicologica del Dipartimento di Lettere e culture moderne.

Quest’incontro ha suscitato l’interesse degli studenti presenti nell’Aula Nino Pirrotta dell’Edificio di Lettere e filosofia. E di quelli connessi da remoto.

Carlo Caruso è un noto studioso del Settecento letterario italiano ed europeo. E dei rapporti fra musica e poesia, con particolare attenzione alla produzione di Paolo Rolli e Pietro Metastasio.

Fra le sue recenti pubblicazioni si ricordano “Metastasio e il mondo inglese”, in L. Beltrami, M. Navone, & D. Tongiorgi (a cura di), “Incroci europei nell’epistolario di Metastasio” (Milano 2020); “Paolo Rolli dentro e fuori l’Arcadia, in Atti e memorie dell’Arcadia” (Roma 2019).

Il docente ha spiegato come la musica e la tragedia si sono avvicinate nella vita di Pietro Metastasio.

Un librettista d’opera e poeta italiano nato a Roma nel 1698 e morto a Vienna nel 1782.  Un’artista che ha evoluto in Italia tra Napoli e Roma. Ma anche a Vienna dove troviamo la sua tomba nella Chiesa di San Michele. Lui è considerato come il più grande poeta europeo della sua epoca. Ha saputo unire alle delizie dell’opera i grandiosi moti della tragedia. L’espressione di Metastasio è mirabilmente adattata al linguaggio musicale. Il suo linguaggio di è notevolmente puro e chiaro.

La musica doveva avere il compito di abbellire il testo e far emergere tutto il suo potenziale espressivo. Secondo l’autore, si tratta di fare appello alla sensibilità dello spettatore, attraverso il cuore e la ragione. Infatti, egli ritiene che la poesia associata alla musica non debba essere raggiunta suscitando solo i sensi. Ci doveva essere un equilibrio tra la musica e la poesia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi