Maggio museale 2017: la Sapienza a misura di cittadino

Maggio museale 2017: la Sapienza a misura di cittadino

Sabato 27 maggio si è concluso il ciclo di appuntamenti del Maggio museale, organizzato dal Polo Museale Sapienza. Fuoco, acqua, aria e terra: i 4 elementi della natura sono stati protagonisti di altrettanti sabati, durante i quali la città universitaria ha ospitato incontri e laboratori, al fine di avvicinare un pubblico di ogni età al patrimonio museale dell’ateneo.

Il Polo museale Sapienza è una rete di musei universitari, ciascuno portatore di una propria specificità e identità culturale, di norma incardinati nei dipartimenti di rispettiva pertinenza, dedicati alla conservazione, allo studio, alla valorizzazione e all’incremento del patrimonio materiale e immateriale derivante prevalentemente dalla ricerca scientifica e dall’attività museale didattica e divulgativa.

L’iniziativa dei “Sabati al Museo”, giunta ormai al secondo anno, si pone come intento principale quello di aprire le porte del patrimonio museale dell’Università Sapienza a tutta la cittadinanza, coinvolgendo attraverso laboratori pratici, conferenze, e grazie al contatto umano senza mediazioni. Una cultura accessibile e a misura d’uomo, che va incontro ai cittadini dando loro appuntamento attraverso una trasmissione diretta di informazioni e di cultura.

In occasione dell’ultima giornata del ciclo di appuntamenti del Maggio museale, sabato 27 maggio, l’ateneo ha ospitato l’evento conclusivo dal titolo “Le miniere tra passato, presente e futuro”. Hanno aperto i lavori il Prorettore per i Rapporti culturali con il territorio e per l’ambiente con delega ai musei, Prof. Gabriele Scarascia Mugnozza e la Presidente del Polo museale Sapienza, Prof.ssa Marina Righetti. Durante la serata sono intervenuti il giornalista RAI Osvaldo Bevilacqua e sono stati proiettati alcuni filmati di siti minerari tra i più importanti in Italia e in Europa, contenenti affascinanti immagini d’epoca.

In attesa dell’edizione dell’anno prossimo, l’Università Sapienza mira a stabilizzare nel tempo questi ciclo di appuntamenti, a testimonianza dell’apertura dell’ateneo nei confronti di tutti i cittadini, dai più ai meno giovani, sotto il faro della divulgazione della cultura umanistica e scientifica.

Di seguito una breve gallery della giornata dedicata alla terra:

 

Daniele Del Gaudio

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi