“Mafie e rotte”: alla Sapienza un ciclo di lezioni sulla nuova criminalità organizzata

“Mafie e rotte”: alla Sapienza un ciclo di lezioni sulla nuova criminalità organizzata

Torna alla Sapienza un nuovo ciclo di appuntamenti dedicati al fenomeno della criminalità organizzata. Dopo il successo della passata edizione, quest’anno gli incontri dal titolo “Mafia e rotte”, curati da Luca Ruzza del Dipartimento di Storia dell’Arte e spettacolo della Sapienza e condotto da Francesco Forgione (già Presidente della Commissione parlamentare antimafia), prenderanno il via il 6 marzo presso l’aula Levi della Vida-ex Vetreria Sciarra.

Nel corso del primo appuntamento saranno presenti all’incontro il rettore Eugenio Gaudio, il preside della Facoltà di Lettere e filosofia Stefano Asperti e il direttore del Dipartimento di Storia dell’Arte e spettacolo Marina Righetti. A seguire, a cura di Francesco Forgione e Luca Ruzza, vi sarà la presentazione del workshop con la presenza del ministro della Giustizia Andrea Orlando e del procuratore della Repubblica di Roma Giuseppe Pignatone.

Gli incontri hanno l’obiettivo di analizzare i nuovi interessi delle mafie, le rotte dei traffici criminali su scala europea e globale, in un nuovo scenario internazionale sempre più complesso, il quale vede ormai, oltre la pressione delle criminalità organizzate, anche il terrorismo di matrice fondamentalista e fenomeni sociali quali i flussi migratori. Gli incontri successivi in programma si terranno ogni lunedì dal 13 marzo al 10 aprile e giovedì 6 aprile dalle 17 alle 20 presso l’aula Levi della Vida-ex Vetreria Sciarra e vedranno la partecipazione di esperti del mondo della politica e della cultura italiana.

Ildegarda Longobardi

About The Author

Sta scrivendo...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi