La Russia attacca l’Ucraina. E’ guerra

La Russia attacca l’Ucraina. E’ guerra

Esplosioni e bombardamenti nel cuore della notte a Kiev, uccisi circa 40 soldati ucraini, 50 militari russi e decine di civili in fuga. Sono le 4.27(ora italiana) quando le truppe russe sotto ordine di Putin hanno attaccato l’Ucraina, scagliano missili su Kiev per difendere le province separatiste del Donbass.

L’invasione dell’Ucraina colpisce duramente i civili , chi può sta cercando di lasciare il paese. I russi sono entrati anche dalla Bielorussia e dalla Crimea attaccando numerose città tra cui  Kramatorsk , Mariupol e Kharkiv.

Le prime conseguenze economiche della guerra vedono il crollo delle borse e il boom dei prezzi di petrolio, gas e materie prime.

La Nato si è riunita d’urgenza , dopo che stati Baltici e Polonia hanno chiesto l’attivazione dell’articolo4 che prevede consultazioni in caso di minaccia alla sicurezza degli alleati. Non mancano le reazioni da parte degli altri Stati di fronte alla catastrofica perdita di vite umane “Un attacco ingiustificato , la Russia ne renderà conto“-Biden. Anche l’Italia è vicina al popolo e alle istituzioni ucraine in questo momento drammatico e si dichiara disposta a collaborare con gli alleati europei e la Nato per rispondere immediatamente con determinazione . Inoltre il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha convocato il Consiglio Supremo di difesa oggi alle 16 e 30. Putin condanna l’Occidente e ha minacciato di non intervenire altrimenti ci saranno conseguenze mai sperimentate della storia. Pesanti combattimenti contro le forze militari anche nella zona dell’ aeroporto Hodtomel , a circa 35 km a nord-ovest di Kiev e una nuova allerta al Palazzo presidenziale. In questo momento ci sono chilometri di ingorghi all’uscita della città, famiglie nei bunker, la popolazione corre a prelevare ,ma i contanti sono in parte finiti.

L’Unicef si unisce all’appello del segretario generale delle Nazioni Unite per un immediato cessate il fuoco e per salvaguardare la vita e il benessere dei 7,5 milioni di bambini che rischiano di subire gravi conseguenze da una guerra aperta savethechildrenitalia-> “Non possiamo sopportare la notizia dell’ennesima inutile guerra , in un momento già difficile per il mondo intero. Nessun motivo può giustificare l’inizio di un conflitto nel 2022 le cui conseguenze gravissime ricadranno su milioni di persone innocenti.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi