La riscoperta del drive-in

La riscoperta del drive-in

L’emergenza coravirus e le relative misure di distanziamento sociale hanno favorito la riscoperta nuove ma allo stesso tempo tradizionali forme di intrattenimento sociale e culturale, come quella del drive-in.

Nato più di novant’anni fa in America, in Europa e in particolar modo in Italia non ha mai avuto un grande successo; fino ad oggi! Il cinema in auto e all’aperto sembra essere la miglior soluzione per un sano intrattenimento in quanto garantisce il rispetto di distanziamento sociale e di conseguenza la sicurezza degli individui.

In Italia drive-in e cinema all’aperto riscuotono oggi quel successo mai avuto in passato: lo scorso 4 luglio a Roma (Cinecittà) è stato inaugurato il primo cinema in auto della Capitale con 160 spazi per le auto e una capienza massima di 320 persone, due per ogni vettura.

Grande successo ha riscosso anche il c.d. “cinema sotto le stelle: un esempio emblematico è quello del Piccolo Cinema America, alla cui serata inaugurale ha partecipato a sorpresa il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Quest’ultimo si è seduto a terra tra le persone e ha assistito la programmazione del film “La bella vita” di Paolo Virzì.

Drive -in e cinema all’aperto hanno dato nuova linfa vitale ad un settore fortemente in crisi, riaccendendo l’interesse di nuove e vecchie generazioni nei confronti di questa tradizionale forma di intrattenimento.

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi