“La mamma sta tornando povero orfanello” al Teatro Vascello per la Giornata della Memoria

In occasione della giornata della memoria, lunedì 27 Ottobre alle ore 21 si terrà al Teatro Vascello lo spettacolo “La mamma sta tornando povero orfanello” di Jean Claude Grumberg, con la regia di Dario Marconcini.

La scelta di mettere in scena un’opera di J.C.Grumberg si inserisce all’interno della ricerca effettuata dal Teatro Vascello sui testi di autori del 900 poco conosciuti e poco rappresentati in Italia.

Grumberg, nonostante porti su di sé i segni della discriminazione subita da bambino, della solitudine e del dolore (suo padre, sarto ebreo, morì in un campo di sterminio), adotta nei suoi scritti uno stile delicato dove il passato,
mai citato, riemerge inconsapevolmente dalle domande, dalle ansie, dalle
nenie, in modo tenero e spietato pur ovattato e nascosto da un sorriso amaro.

In “La mamma sta tornando povero orfanello” un bambino di 62 anni chiama sua madre, vorrebbe tanto che lo prendesse per mano e trascorressero insieme una domenica felice. Delle voci gli rispondono, dei personaggi gli appaiono: la madre con i suoi rimproveri, un Dio che può far ben poco, un anestesista inquietante, un invadente direttore di una casa di riposo e, infine, il padre che non ha mai conosciuto e che gli chiede come vanno ora le cose nel mondo, dopo il nazionalismo, la caccia ai diversi, i campi di concentramento.
Dopo lo spettacolo, in diretta su Radio3 Rai, seguirà un dibattito condotto dal direttore di Radio3 Rai Marino Sinibaldi con alcuni ospiti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi