La dozzina Strega(ta)!

La dozzina Strega(ta)!

L’annuncio della dozzina semifinalista dell’edizione LXXIV del Premio Strega avrebbe dovuto tenersi domenica 15 marzo 2020 presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma durante il festival Libri come. che è stato annullato come tutte le presentazioni ed i festival a seguito delle norme di sicurezza adottate dal ministero.

Per sopperire alla mancanza della presenza fisica, è stato trasmesso giovedì 12 marzo 2020 un video sul sito del Premio Strega dove ad annunciare i dodici titoli scelti dal comitato direttivo è stata Melania Gaia Mazzucco, presidentessa dello stesso, che descrive così la dozzina: “Ci sono autori di grande levatura. Nomi molto amati dal pubblico e di grande esperienza, anche editoriale e professionale, con delle storie importanti. Però la sorpresa principale di questa dozzina è forse la qualità degli autori nuovi, che abbiamo letto – vogliamo sottolinearlo – con grande piacere e con grande sorpresa. Autori al primissimo libro o al secondo, con delle voci già perfettamente delineate, intonate, di grande spessore letterario e di grande tenuta nel costruire la narrazione. Scoprire tutto questo in un momento così difficile del nostro paese e poterlo valorizzare ci dà sinceramente un senso di speranza e di gioia.”

I dodici libri semifinalisti

Tra i 54 titoli proposti dagli amici della domenica nelle scorse settimane, sono stati selezionati:

  1.       Silvia Ballestra, La nuova stagione (Bompiani), proposto da Loredana Lipperini
  1.       Marta Barone, Città sommersa (Bompiani), proposto da Enrico Deaglio
  1.       Jonathan Bazzi, Febbre (Fandango Libri), proposto da Teresa Ciabatti
  1.       Gianrico Carofiglio, La misura del tempo (Einaudi), proposto da Sabino Cassese
  1.       Gian Arturo Ferrari, Ragazzo italiano (Feltrinelli), proposto da Margaret Mazzantini
  1.       Alessio Forgione, Giovanissimi (NN Editore), proposto da Lisa Ginzburg
  1.       Giuseppe Lupo, Breve storia del mio silenzio (Marsilio), proposto da Salvatore Silvano Nigro
  1.       Daniele Mencarelli, Tutto chiede salvezza (Mondadori), proposto da Maria Pia Ammirati
  1.       Valeria Parrella, Almarina (Einaudi) Proposto da Nicola Lagioia
  1.       Remo Rapino, Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio (Minimum Fax), proposto da Maria Ida Gaeta
  1.       Sandro Veronesi, Il colibrì (La nave di Teseo), proposto dall’Accademia degli Scrausi
  1.       Gian Mario Villalta, L’apprendista (SEM), proposto da Franco Buffoni

La cinquina dei finalisti sarà selezionata martedì 9 giugno presso la Camera di Commercio di Roma nella Sala del Tempio di Adriano e l’elezione del vincitore di svolgerà giovedì 2 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia come da tradizione e trasmesso in diretta su Rai 3.

Potete vedere il video integrale dell’annuncio fatto dalla Mazzucco qui: La dozzina semifinalista dell’edizione 202o (12 marzo 2020)

L’immagine dell’edizione 2020 del Premio Strega è stata realizzata da Emiliano Ponzi

About The Author

Tutti sbagliano il mio nome. Anche nelle risposte alle mail in cui mi firmo. Segno lampante, questo, del fatto che probabilmente la mia mail manco l'hanno letta fino in fondo. È Mariavittoria e non Maria Vittoria. Con gli anni, visto tutte le volte in cui l'ho ripetuto - uffici postali, questura, scuola, università, carta fedeltà della libreria -, ho raggiunto la consapevolezza che lo dovrò cambiare in "Mariavittoriatuttoattaccato". Mi sono laureata con i numeri ma ho sempre la testa piena di parole con le quali riempio tantissimi taccuini che lascio sparsi per la camera tra Verona e Roma, insieme alle mie innumerevoli tazze. Penso che ognuno abbia qualcosa - un pensiero, una paura, un'ossessione, una felicità, una malinconia - da raccontare, per questo mi piace ascoltare le parole degli altri o immaginarle guardando un passante, una dottoressa, il commesso del supermercato. Scrivere di loro attraverso la forma della mia voce. La matematica mi ha insegnato che non tutto ha una soluzione e che saperlo è un primo passo per risolvere i problemi. E poi che 1729 è un numero interessante ma non perfetto, come invece lo è 28. Libri, matematica, tazze, scrittura sono solo alcune delle mie passioni. Scriverle tutte, infatti, andrebbe molto al di là del "con poche parole", quindi per ora mi fermo qui.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi