“Joint Is Out Of Time” – dal 22 Gennaio presso la GNAM

“Joint Is Out Of Time” – dal 22 Gennaio presso la GNAM

Lunedì 21 Gennaio 2019 si è svolta, presso la “Sala delle Colonne” della Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea, la conferenza stampa per l’inaugurazione della nuova mostra “Joint Is Out Of Time”.

Ad aprire la mattinata, la direttrice della Galleria Cristiana Collu che, dopo aver ringraziato e salutato tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di tale mostra, ha introdotto coloro che hanno curato la direzione artistica di questo nuovo progetto: Saretto Cincinelli e Bettina della Casa.

Prima della visita guidata dedicata ai presenti, si è dato spazio ad alcuni degli artisti che hanno prestato le loro opere. Tra questi: Giulio Paolini, che con la Galleria ha una lunga storia di collaborazioni, Fernanda Fregateiro ed Elena Damiani.

Veduta della Conferenza.

La mostra si propone come un capitolo nella nuova storia della GNAM avuta inizio, nell’ottobre 2016, con l’inaugurazione della mostra “Time Is Out Of Joint” diretta da Cristina Collu attraverso una vera e propria rivoluzione degli spazi all’interno della Galleria.

L’obiettivo del nuovo progetto è quello di essere vista come una sorta di variazione in corso d’opera – anche se del tutto nuova – della mostra precedente.

Per raggiungere tale risultato, la direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea si è servita delle opere di sette differenti artisti, proveniente da diverse parti del mondo: Elena Damiani (Lima), Fernanda Fragateiro (Portogallo), Francesco Gennari (Pesaro), Roni Horn (New York), Giulio Paolini (Pesaro), Davide Rivalta (Bologna) e Jan Vercruysse.

 

Joint Is Out Of Time e Time Is Out Of Joint sono strettamente collegate – grazie anche all’inversione delle parole nel titolo – ma, allo stesso tempo, sono separate come due momenti distinti incapaci però di essere separati. Le mostre hanno, ed hanno avuto, una doppia valenza: da una parte preservare il patrimonio appartenente alla Galleria Nazionale mentre, dall’altra, si è voluta evidenziare l’incidenza che la storia dell’arte ha sulle opere attuali, ispirandole ed influenzandole allo stesso tempo.

Tra le novità introdotte, una collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Roma che vedrà la presenza degli studenti negli spazi espositivi della Galleria Nazionale che offriranno al pubblico visite guidate.

La mostra verrà aperta al pubblico da Martedì 28 Gennaio sino a Domenica 2 Giugno 2019 e, in occasione del primo weekend di apertura, in convenzione con la Fondazione Bioparco di Roma, tutti coloro che presenteranno il biglietto d’ingresso alla Galleria Nazionale otterranno una riduzione sul biglietto per lo zoo romano.

Tutti i cittadini UE, di età compresa tra i 18 e i 25 anni, avranno una riduzione del biglietto a €5,00.

Francesco Cucci

About The Author

Nato in Provincia di Lecce, attualmente mi trovo a Roma per il mio percorso Accademico presso il CoRiS dell'Università "La Sapienza". Collaboro con RadioSapienza, cercando di conciliare esami e lezioni universitarie, da Maggio 2018. Sono appassionato di TV e, in generale, di tutto ciò che è spettacolo.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi