Iran preislamico: arte nell’epoca sasanide

Iran preislamico: arte nell’epoca sasanide

Lunedì 26 Ottobre si è tenuto presso l’istituto italiano di studi orientali (nell’ex caserma Sani) il primo seminario dei due previsti sull‘iconografia iraniana in epoca partica e sasanide.

In particolare, l’incontro di lunedì ha avuto come tema centrale “Men fighting beasts: iconographic formulae of violence in pre-islamic Iran”. Il seminario è stato tenuto in lingua inglese dal professore polacco Patryk Skupniewicz, studioso indipendente dell’università di Siedcle (in Polonia), esperto dell’Iran sasanide ed autore di vari articoli in merito.
 Tra i vari temi affrontati nella presentazione delle sue ricerche sono emerse interessanti considerazioni sulle iconografie che narrano di caccia e combattimento tra uomini e bestie. Studiando e interpretando questi ritratti, il professore ha individuato diversi gesti, posizioni e layout che combinandosi vanno a creare significati differenti.
E’ emerso, per esempio, il fatto che gli uomini siano tendenzialmente rappresentati rivolti verso destra o ancora che in alcune narrazioni essi scappino dalle bestie mentre in altre sono le bestie a fuggire da loro e dalle loro armi. Tra i personaggi canonici sono stati evidenziati i cani, la cui presenza simboleggia che l’icona narra di una battuta di caccia e non di una lotta tra umano e bestia.
Il secondo seminario, previsto per Martedì 27 Ottobre sempre presso l’ex caserma Sani (aula D, ore 14.00), avrà come titolo “Iranian art between cult and leisure: remarks on nudity in Sasanian iconography”.
Intervista a Patryk Skupniewicz
      151026_Skupniewicz
Ilaria Roncone

Allegati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi