Invisible light: Sheila McKinnon in mostra alla Camera dei deputati

Invisible light: Sheila McKinnon in mostra alla Camera dei deputati

Si terrà mercoledì 14 febbraio, dalle ore 17 alle ore 19, l’inaugurazione della mostra fotografica Invisible Light di Sheila McKinnon. Luogo scelto per ospitare l’esposizione è la Sala del Cenacolo della Camera dei deputati, appartenente al Complesso di Vicolo Valdina, con ingresso in Piazza Campo Marzio al numero civico 42.

Sheila McKinnon è una rinomata fotografa, giornalista e artista multimediale di origini canadesi, che ha vissuto la maggior parte della sua vita in Italia. Ha lavorato per note testate giornalistiche a livello mondiale, oltre ad aver collaborato con organizzazioni umanitarie di spicco in ambito internazionale.

Il suo lavoro, in questo caso, pone l’attenzione su due tra i problemi più rilevanti del nostro tempo: i diritti delle donne, tema legato anche all’educazione delle giovani ragazze, e i cambiamenti climatici. Si tratta di un’esperta di fotografia che offre un’originale prospettiva di entrambe le questioni.

Nel primo caso, il suo lavoro sensibilizza gli spettatori sulla dignità contenuta nelle riproduzioni,su quella gioia di vivere presente in particolar modo quando arriva a documentare le attività eseguite dalle donne e dalle ragazze in paesi in via di sviluppo, con condizioni sociali che lega queste, saldamente, ai sistemi nei quali sono immerse.

Nelle sue immagini riguardanti il clima, invece,  McKinnon espone la bellezza del nostro pianeta, riassumendo emblematicamente l’impetuosità atmosferica legata alla terra su una tavolozza pittorica di spettacolari colori, disegnando tra le altre cose la naturale fenomenologia terrestre.

La sua fotografia e il processo creativo con cui viene presentata invitano a una discussione, che dovrebbe espandersi a tutto il globo su vari livelli. A partire dall’analisi degli effetti del cambiamento climatico sulle popolazioni migranti, sul nostro approvvigionamento di cibo e acqua e sui tanti svariati modi in cui la nostra reale esistenza è minacciata dal clima che cambia, la sua arte fotografica giunge a legarsi inscindibilmente alla società contemporanea, presentandosi come specchio e riflesso di quest’ultima.

La mostra, patrocinata dall’Ambasciata del Canada e da Kyoto Club, durerà fino al 24 febbraio e le visite saranno possibili dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 18.

Michele Antonelli

Please follow and like us:

About The Author

Nato il 5 maggio 1996, studente di Lettere moderne. Scrittore per passione: amo il giornalismo, il calcio e la grande letteratura.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi