Grip the Future: il Mondo che produce

Grip the Future: il Mondo che produce

Lunedì 1 luglio si è tenuto l’evento Grip the Future, per permettere alla ricerca di incontrarsi con l’Industria e la produzione

Lunedì 1 luglio presso l’Aula magna del Palazzo del Rettorato, si è tenuto l’evento Grip the Future, organizzato dal Consorzio Sapienza Innovazione, in collaborazione con Unindustria, nato con l’importante obiettivo di mettere in moto l’interazione tra la ricerca universitaria e l’industria del nostro paese. Il Consorzio Sapienza Innovazione è una importante partnership tra Sapienza, UniCredit e Lifeseeder, che cerca di contribuire allo sviluppo delle imprese sempre cercando di mantenere salda l’interazione con università e enti di ricerca.

Una giornata no stop all’insegna dell’incontro con il mondo che produce, che innova: più di quaranta progetti, racchiusi in una sola giornata, per concedere un’opportunità per aziende e investitori che hanno conosciuto dal vivo e hanno toccato con mano chi sta cercando di portare un vero e proprio cambiamento nei settori più importanti della tecnologia e non solo. I settori presenti erano Infrastructure & Energy, Machinery & Industry 4.0, Mobility e HighTech & Health and Food. Presenti anche Silvia Celli e Federica Mezzani, le due ricercatrici vincitrici del premio L’Oréal UNESCO For Women in Science 2019.

Ad aprire la giornata è stato il discorso del rettore della Sapienza Eugenio Gaudio, e successivamente quello del prorettore alla Ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico Teodoro Valente. Grip the future è stata una giornata intesa, divisa per sessioni. La prima, quella mattutina, prevedeva gli interventi degli innovation manager e degli amministratori delegati di aziende leader e di rappresentanti del mondo della ricerca; nel pomeriggio invece si sono susseguite sessioni dedicate alle presentazioni dei progetti al mondo industriale seguiti da meeting one to one con le aziende. Durante tutta la giornata nei pressi del  palazzo del Rettorato sono stati allestiti stand espositivi dedicati ai progetti interessanti degli stessi studenti della Sapienza. Tra gli stand che Radio Sapienza ha visitato ricordiamo i ragazzi di Sapienza Gladiators Racing Team, nati nel 2016, che hanno portato a casa numerose vittorie all’interno del campionato mondiale universitario di Motostudent International Competition.

Antonio Carcaterra, Presidente di Sapienza Innovazione, ha spiegato qual è l’intento di Grip the Future, ossia valorizzare la conoscenza, facilitare il dialogo tra l’industria, il settore secondario, il mondo produttivo e quello accademico, di ricerca. “Bisogna coniugare ricerca e innovazione tecnologica, incoraggiare la creazione di progetti ed imprese ad elevato contenuto tecnologico, con l’importante fine di sostenere la competitività del nostro sistema industriale e con questa iniziativa proponiamo un modello nuovo capace di animare e gestire l’innovazione. Il punto di forza di un ateneo come la Sapienza è quello di poter coinvolgere i massimi esperti a livello mondiale in molti e differenti settori, dall’ingegneria alla psicologia, dalla medicina alle moderne tecnologie del food.”

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi