Gnam! Il festival del cibo di strada torna a Roma

Gnam! Il festival del cibo  di strada torna a Roma

Da ieri 11 maggio è tornato a Roma, fino a domenica 14 maggio, l’evento di punta di tutto il panorama dello street food: GNAM! Il festival europeo del cibo di strada per eccellenza. La capitale ospita nuovamente il festival dopo l’evento del 6-9 ottobre 2016. Il palcoscenico adibito per mostrare l’eccellenza del cibo di strada è, anche quest’anno, viale Oceania (zona laghetto dell’EUR). L’obiettivo del festival è quello di valorizzare la conoscenza delle tradizioni alimentari come elementi culturali ed etnici, puntando sulla biodiversità e la genuinità dei prodotti agro-alimentari tipici. Inoltre GNAM! offre la possibilità di assaggiare la famosa pasta all’amatriciana di Ma-Trù, famoso ristorante di Amatrice distrutto durante il terremoto, grazie alla presenza del titolare Daniele Bonanni.

Il festival propone al grande pubblico romano un rapido giro per l’Italia facendogli conoscere le specialità tipiche regionali del cibo di strada. Tra i piatti offerti si possono incontrare i tipici piatti siciliani, come il pane ca Meusa, arancine, pane e panelle, cannoli; oppure campani, come la mozzarella di bufala, la pizza fritta. Presenti anche le specialità abruzzesi come gli arrosticini di pecora o le olive ascolane per le Marche. Lo sguardo del festival non è rivolto solo alle specialità italiane, infatti, è presente un isola internazionale in cui si vendono prodotti tipici stranieri come la churrascheria brasiliana, specialità messicane, spagnole o greche.

Il grande successo che ha ottenuto il festival e lo street food, non lo dimostrano solo i numeri ottenuti dalla fiera nelle precedenti edizioni, ma anche la crescita che il cibo di strada da pochi anni a questa parte sta vivendo. In Italia, nel 2016,  sono 2271 le imprese che operano in questo settore (+12% rispetto allo scorso anno). Il fattore che ha reso possibile questa crescita è soprattutto l’alta economicità e la praticità di questa pratica che attirano principalmente i giovani, ma non solo.

Alfonso d’Aiello

About The Author

Sono uno studente di comunicazione,di 22 anni, appassionato di sport che ha come sua aspirazione più grande quella di poter raccontare il calcio o lo sport in generale a tutti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi