Giornate Fai d’Autunno: appuntamento con le bellezze nascoste d’Italia

Giornate Fai d’Autunno: appuntamento con le bellezze nascoste d’Italia

“Torna l’appuntamento con la bellezza”. Cosi recita il sottotitolo della nuova iniziativa del Fai: la Giornate Fai d’Autunno, nelle quali sarà passibile scoprire luoghi straordinari d’Italia, solitamente chiusi al pubblico. La fondazione, il cui obiettivo è la tutela, la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio artistico e naturale nostrano, da tempo organizza eventi simili. Generalmente appuntamenti fissati in primavera. Quest’anno, l’incontro con le bellezze sconosciute del nostro paese, è anticipato.

Nelle date di sabato 13 e domenica 14 ottobre saranno aperti 660 monumenti sparsi su tutto il territorio nazionale. Grazie al prezioso contributo dei giovanissimi volontari, si potranno visitare luoghi inaccessibili, poco noti o scarsamente valorizzati: dal giardino di Babuk, silenziosa oasi verde che custodisce alberi di limone, banani e altre specie nel cuore di Napoli, al bunker mussoliniano di Termini fino al palazzo Edison di Milano; solo per citare alcuni dei luoghi coinvolti nell’iniziativa.

Saranno cinque le aperture straordinarie che coinvolgono il comune di Roma. In Viale dell’Università si potrà andare alla scoperta del Palazzo dell’Aeronautica, emblema dell’architettura razionalista e di regime, che proprio in questo monumentale edificio rintraccia una delle sue massime espressioni. Altre aperture straordinarie coinvolgeranno Termini, o meglio alcuni dei luoghi più nascosti dell’affollata  stazione. Sarà aperto il bunker fatto costruire da Mussolini nel 1936, in previsione della Seconda Guerra Mondiale. All’interno del rifugio antiaereo si trova anche una cella, nella quale furono imprigionati molti partigiani nel corso del conflitto. Sempre a Termini si potrà salire sul Treno presidenziale. Consegnato tra il ‘47 e il ‘48, le carrozze del convoglio provenivano dal treno Reale costruito per le necessità di Casa Savoia. Un treno realizzato dalla migliori maestranza dell’epoca, ornato da lavorazioni in bronzo e cuoio, intarsi e preziosi tessuti.

All’indirizzo https://fai-platform.s3.amazonaws.com/sync/pdf/gfa-roma.pdf è possibile verificare i luoghi aperti e gli orari.

Contributo facoltativo, preferibilmente tra 2 ai 5 euro; cifra completamente devoluto al finanziamento delle attività del FAI.

Please follow and like us:

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi