Dove sta andando il Neogiornalismo? Scopriamolo insieme

Dove sta andando il Neogiornalismo? Scopriamolo insieme

Che cos’è il neogiornalismo? Dove sta andando e qual è il suo futuro?
Domande importanti alle quali potremo trovare risposta grazie al Dipartimento di Comunicazione della Sapienza, al centro dell’organizzazione di un ciclo di seminari ad hoc ufficialmente partito mercoledì 26 aprile con l’interessante evento dal titolo “Radio e cultura: in sintonia con i giovani e l’università”.

Sì, perché di fronte a interrogativi di questo calibro siamo un po’ tutti come un’Alice nel Paese delle Meraviglie (non a caso immagine simbolo dell’iniziativa), intenti ad addentrarci in un mondo dai tratti peculiari e in rapido mutamento. Un mondo in cui radio e cultura, e quindi comunicazione e cultura, si intrecciano fortemente, come ha ricordato in apertura dell’evento la prof.ssa Mihaela Gavrila (docente di Culture e Industrie della Televisione – Coris). Non solo una “cultura alta”, quindi, ma una “cultura ambientale” o ancora una “cultura della sicurezza”, temi innegabilmente al centro del dibattito contemporeaneo grazie anche alla forte copertura comunicativa che i media dedicano a queste dimensioni.

Anche il divertimento gioca un ruolo importante nel comunicare la cultura, come ha evidenziato durante l’incontro il prof. Marco Lombardi, docente di Cinema ed enogastronomia (UNISOB Napoli). Divertirsi è importante non solo per l’ascoltatore ma anche per lo stesso giornalista al fine di trasmettere più efficacemente contenuti di spessore culturale e informativo. Ed è infatti questa la filosofia alla base di diversi progetti promossi da RadioSapienza, presentati durante l’incontro dagli stessi ragazzi che sono al contempo autori e conduttori di alcuni innovativi format, il cui obiettivo è quello di comunicare con codici nuovi e ironici contenuti culturali e informativi. Sono quindi intervenuti sul palco i ragazzi di “Politici in Pentola” (Sara Ferramola, Sara Giuliani, Sepastiana Gjoni, Anna Catalano, Giulia Mazzi) trasmissione incentrata sulla descrizione dei politici accostandoli a piatti culinari, e quelli di “Serial Food” (Clara Da Boit, Livia Giustiniani, Giuliana Rizzari, Grazia Oieni, Orlando Ambrosio, Chiara Boglietti, Sara Sgatti), il cui obiettivo è quello di descrivere le serie tv come se fossero delle portate, tutti sul palco per descrivere i loro progetti dall’elevato spessore culturale e innovativo.

In conclusione  Giorgio Zanchini (Giornalista e conduttore di Radio Anch’Io – Radio1Rai)  ha ribadito come la stessa connessione tra radio e cultura sia presente a livello storico e strutturale e come internet grazie alle WebRadio rappresenti “un luogo di primaria importanza per sperimentare nuovi programmi incentrati sulla cultura”.
Potete trovare il programma delle prossime settimane per scorprire assieme dove stia andando il Neogiornalismo cliccando sull’immagine di seguito:

Intervista al Prof. Marco Lombardi:

      170427_RadioeCultura

 

Podcast del seminario:

 

 

Daniele Del Gaudio

Allegati

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi