Dal 19 al 27 novembre torna a Roma la Videoart Week

La stretta interazione tra arte e scienza tecnologica ha riaperto la riflessione sull’incontro tra produzione creativa e processo tecnologico. Nasce così la Videoarte nel lontano 1963, ed a più di mezzo secolo dal suo boom, si ritorna nella capitale mondiale del cinema per esplorare questa forma di espressione. Una nuova sperimentazione artistica, una full immersion nella videoarte italiana ed internazionale, che verrà presentata dal 19 al 27 novembre 2019 alla “II edizione della VideoArt Week”, sezione dedicata alla videoarte all’interno della rassegna culturale Videocittà. Il progetto è stato organizzato da Damiana Leoni e Lorena Stamo e verrà presentato all’interno del festival della visione ideato dal Presidente di ANICA, Francesco Rutelli e diretto da Francesco Dobrovich.

Si tratta di una vasta serie di eventi ed iniziative che si svolgeranno all’interno del territorio e vede coinvolti numerosi Musei, Gallerie d’arte contemporanea, Fondazioni, Spazi no profit e, novità di quest’anno, Accademie straniere ed il Museo MAXXI. Tra arte, video ed immagini in movimento, la videoarte si presenta come il mezzo più pratico per avvicinare il pubblico all’arte contemporanea, attraverso otto giornate dedicate interamente a proiezioni, talk e mostre.

Per Roma, Videocittà si presenta come un’invasione di immagini in movimento, un evento senza precedenti, con un’agenda di mostre strutturata sulla base di due programmi. Un programma principale al Museo MAXXI, che ospiterà 80 artisti, curatori a livello internazionale e critici d’arte, quali Sophie Lauwers, Alessandra Mammì, Vittoria Matarrese, Bartolomeo Pietromarchi e Davide Quadrio, nelle due sale apposite del Museo, ovvero la Videogallery e l’Auditorium, ed un programma collaterale che, invece, si svolgerà in diversi spazi della città, in collaborazione con Fondazioni private, come la Fondazione Giuliani per l’arte contemporanea, ed Accademie straniere quali l’American Academy in Rome, la Real Academia de España. Le Gallerie d’arte contemporanea portano una programmazione continua per tutto il periodo del festival, con progetti innovativi rappresentati per mezzo della nuova arte tecnologica, il video.

La rassegna si rivolge ad un pubblico molto ampio, dai bambini agli appassionati, dagli art addicts ai curiosi, agli studenti ed ai passanti. La Videoart presenta un programma talmente vasto che chiunque potrà trovare qualcosa di interessate da scoprire, imparare ed osservare. Durante la scorsa edizione, l’intero programma di Videocittà ha registrato circa 80mila presenze solo nel primo weekend, e ci si aspetta sicuramente un feedback positivo anche quest’anno, viste le tante novità e le interessanti presentazioni che propone il festival. In seguito sarà elencato il programma dettagliato della mostra.  https://www.dropbox.com/sh/lsvjzip2o6ycrko/AADxYNv9OgTbLMUa2y7s_ZHPa?dl=0&preview=Programma_VAW_Videocittà_A4.pdf

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi