“Cinque Donne” di Begoña Zubero ogni domenica al Museo di Roma in Trastevere

“Cinque Donne” di Begoña Zubero ogni domenica al Museo di Roma in Trastevere

Cinque Donne , il video di Begoña Zubero fotografo spagnolo , presentato lo scorso 8 marzo in occasione della Giornata Internazionale delle Donne, sarà proiettato ogni domenica dalle 14.30 fino alle 19 , fino al 22 maggio presso la sala multimediale del Museo di Roma in Trastevere, in occasione della mostra “NEEEV. Non è esotico è vitale”.

Il video, della durata di 30 minuti, è in lingua curda con sottotitoli in italiano e documenta la vita di cinque donne nel Kurdistan iracheno, donne lavoratrici che gestiscono le loro attività in un ambiente avverso e ostile allo sviluppo della condizione lavorativa della donna .

L’ obiettivo dell’ autore è proprio quello di sensibilizzare e mostrare come ancora oggi nel mondo in alcuni paesi le donne non godano degli stessi diritti dell’ uomo e che l’ emancipazione femminile non abbia raggiunto progressivamente lo stesso livello in ogni stato e continente. Nel video si mescolano interviste alle 5 donne protagoniste, sottolineando con inquadrature dettagliate che raccontano la loro attività lavorativa, le loro opinioni e affermazioni sulla vita quotidiana nel Kurdistan odierno.

la mostra “NEEEV. Non è esotico, è vitale”, di Begoña Zubero, propone una selezione di 18 fotografie  che ritraggono la città di Mosul nel dicembre del 2018, ovvero nel momento in cui inizia la ricostruzione dopo l’ offensiva che ha portato la sconfitta dello stato islamico, sottolineando la ripresa della vita quotidiana , che risorge tra distruzione e annientamento totale.

L’ artista, vincitore tra l’ altro di numerose borse di studio e prestigiosi premi ,fin dai suoi primi progetti ha sempre sviluppato una fotografia dall’ impeccabile fattura tecnica , formale ed estetica , con un attenta ricerca sia nella fotografia realista degli spazi urbani, ma allo stesso tempo spaziando anche nell’ astrazione della fotografia soggettiva.

Crediamo veramente che nel 2022 in ogni parte del mondo la donna sia considerata uguale e non inferiore all’ uomo?

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi