Bandi: premi per tesi sulle disabilità anno 2017/2018

Bandi: premi per tesi sulle disabilità anno 2017/2018

Indetti due concorsi dalla Sapienza che assegneranno premi per le tesi di laurea, dottorato, e specializzazione discusse nel 2017\2018 a.a. sul tema delle disabilità.

Il primo concorso prevede 9 premi dal valore di 1.500 euro ciascuno, gli elaborati devono aver affrontato la disabilità come ricerca sperimentale e/o come elaborazione di soluzioni per il miglioramento delle condizioni di vita delle persone con disabilità (link al bando https://web.uniroma1.it/trasparenza/bando-di-concorso-lassegnazione-di-n-9-premi-tesi-di-laurea-sul-tema-della-disabilit-discusse-0 )

Il secondo assegnerà 2 premi del valore di 2.500 euro ciascuno, per tesi finale di Dottorato di Ricerca o di Specializzazione (link al bando https://web.uniroma1.it/trasparenza/dettaglio_bando/142983 )

Saranno presi in considerazione studi teorici, metodologici, sperimentali e applicativi sul tema della disabilità nei diversi domini della conoscenza (medicina, scienze sociali, scienze umane, ingegneria, architettura, informatica, ecc…).

La domanda dovrà pervenire obbligatoriamente,  pena di esclusione dal concorso, entro il 05 luglio 2019. 

La domanda di partecipazione al concorso, redatta secondo lo schema allegato al bando di concorso (modulo A), dovrà essere inviata in formato PDF al seguente indirizzo: protocollosapienza@cert.uniroma1.it esclusivamente per via telematica a mezzo posta elettronica certificata (PEC) personale e accreditata del candidato.  

L’oggetto della PEC dovrà essere il seguente: “Premio per tesi di laurea sulla disabilità a.a. 2017/2018” – Nome e cognome del candidato – Matricola candidato. 

Il candidato deve allegare alla domanda di partecipazione (modulo A) i seguenti documenti in formato pdf: o una copia della tesi di Laurea firmata dal candidato e dal relatore; o la dichiarazione di pertinenza dell’argomento affrontato dall’elaborato ai temi della disabilità, utilizzando a tale scopo il format allegato al presente bando di concorso (modulo B); o una fotocopia di un proprio documento di riconoscimento in corso di validità, contenente i dati relativi al cognome, nome, luogo e data di nascita. 

Verrà giudicata:  attinenza al tema della disabilità,  livello di approfondimento delle problematiche, qualità dell’analisi effettuata, originalità ed innovatività, contributi sperimentali per il miglioramento della vita delle persone disabili.  

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi