Autori italiani a Villa Torlonia: la poesia e le sue ragioni

Autori italiani a Villa Torlonia: la poesia e le sue ragioni

Un’immersione pacata e completa nel mondo culturale contemporaneo nella fresca e verde cornice di Villa Torlonia, nel suo Teatro, la poesia diventa protagonista della scena: il 22 marzo, alle 18.30 torna Le ragioni della poesia, al suo quarto appuntamento . Declamazioni e letture poetiche si alterneranno a intermezzi musicali e proiezioni video delle poesie stesse: un’esperienza coinvolgente che faciliterà il contatto tra lo spettatore, gli autori e la poesia stessa, rendendolo vivo, vicino e significativo. Per questo appuntamento, il curatore di Le ragioni della poesia, Elio Pecora, autore di prosa, teatro, poesia, libri per l’infanzia, nonché collaboratore alla Rai in svariati programmi radiofonici, ha selezionato sei protagonisti: sei dei quaranta che partecipano complessivamente al ciclo degli otto incontri previsti dall’iniziativa dal 18 gennaio al 21 giugno.

Maurizio Cucchi, poeta scrittore e giornalista per “la Stampa” e “Avvenire”; Alessandro Fo, traduttore ed esperto di letteratura italiana contemporanea; Mariangela Gualtieri, operante nel settore della consegna orale della poesia, ossia la saldatura tra lettura, musica e poesia; Valerio Magrelli, professore di letteratura francese a Cassino; Gabriella Sica, che si destreggia da trent’anni tra prosa e poesia e infine Rossella Tempesta, vincitrice, tra gli altri, anche del premio “Salvatore Quasimodo”.

“La scelta degli autori non è esaustiva, ma rappresenta una parte considerevole di quanto la poesia, in Italia, continui a manifestarsi e a consegnarsi come un sicuro nutrimento” Dichiara Elio Pecora. L’intera iniziativa infatti è volta principalmente a riportare al centro della scena la parola e a riflettere sull’importanza della poesia, obbiettivi che il curatore intende raggiungere scovando e proponendo le migliori firme della poesia dell’Italia attuale. Questa preminenza dell’attualità sarà appena scalfita dall’intervento di un allievo della Scuola di recitazione del Teatro di Roma, che declamerà poesie di un poeta italiano del Novecento, trascurato o dimenticato. Per tutti gli altri testi proposti, invece sarà la voce dei singoli autori coinvolti in questo appuntamento a dare loro vita, senza delegarne interpretazione ed esposizione a nessuno.

Eleonora Artese

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi