Attica: recensione del manga italiano + intervista a Giacomo Bevilacqua

Attica: recensione del manga italiano + intervista a Giacomo Bevilacqua
      Intervista a Giacomo Bevilacqua

Giacomo Bevilacqua autore di a Panda piace, il suono del mondo a memoria e Metamorphosis, è una delle personalità più interessanti del panorama fumettistico italiano degli ultimi anni. Nel corso della sua carriera conosce e collabora con autori del calibro di Leo Ortolani, Sio, Zerocalcare e Gipi. Inoltre lavora per diverse case editrici tra cui: Panini comics, Bao Pubblishing, Editoriale AureaSergio Bonelli editore con cui pubblica la sua nuova serie: Attica. Il primo dei sei volumi che compongono l’opera sarà in vendita nelle fumetterie a partire dal 22 novembre.

RECENSIONE

Attica è un progetto molto particolare e fin da subito lo si può notare dallo stile, che trasuda giappone ad ogni pagina e dal formato tankōbon, ossia il 13×18 tipico del fumetto nipponico. L’intento dell’autore infatti è proprio quello di realizzare un manga italiano. In questo primo numero viene definito il setting di base della storia e vengono presentati i personaggi principali riuscendo, nonostante siano veramente tanti, a dare il giusto spazio ad ognuno di essi e ad approfondire il passato di alcuni mantenendo comunque la lettura scorrevole e piacevole. Sfogliando le pagine si nota come tutti questi personaggi siano interconnessi quasi come se fossero in netto contrasto con il muro che circonda Attica “la più grande e moderna fortezza medievale del pianeta”, che in bilico tra la forza della tradizione e la prospettiva di un futuro già scritto, vede nella rabbia dei cinque destinati ad incontrarsi la possibilità di un crollo di quel muro che l’ha resa tanto ambita quanto oscura. A scandire il ritmo della narrazione c’è comunque il tipico umorismo di Bevilacqua che permette una buona alternanza tra combattimenti, momenti più intensi e il proseguimento della storia. Infine sono presenti anche diversi easter egg e chicche come la presenza del panda di a Panda piace che Giacomo ha saputo abilmente nascondere tra le vignette (io ne ho trovati due). Dunque che siate dei lettori di fumetti navigati, persone che di fumetti non ne hanno mai letto nemmeno uno o anche solo un bell’attico un po’ timido, ma in cerca di una compagna divertente, testarda ma che sappia essere anche profonda e sensibile, Attica non vi deluderà.

ATTICA IN TOUR

Alla sua uscita Attica sarà accompagnato da un tour nelle fumetterie la cui prima tappa si è tenuta al Forbiddenplanet di Roma il 16 novembre. In tantissimi si sono presentati per accaparrarsi una copia del fumetto, ma al suo arrivo Giacomo non si lascia di certo intimorire dalla folla e al motto di “fumetti brutti, ma per tutti” si fa strada e raggiunge il banco del firmacopie. Durante l’evento è stato possibile far firmare e sketchare la propria copia nonchè scambiare due parole con l’autore tra battute, caramelle a forma di coccodrillo e gomme da masticare offerte dallo stesso Giacomo. In seguito è arrivato anche Emilio Lecce uno dei due assistenti ai disegni di Attica che ha raggiunto Bevilacqua per la firma delle copie. Ciò che più colpisce di Giacomo è l’ineusaribile ironia, la disponibilità e il piacere nell’avere un confronto con il suo pubblico. Non posso dunque che dare il mio più sincero grazie a Giacomo che mi ha concesso un’intervista proprio durante il firmacopie e che potete trovate qui sotto.

INFO E LINK UTILI

Costo: 4,90€

Uscita: 22/11/2019 in esclusiva per le fumetterie

Trailer: https://youtu.be/kqjaC3HWooY

per seguire giacomo: https://www.instagram.com/keison22/?hl=it

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi