Al via la seconda edizione della Notte europea della Geografia

Al via la seconda edizione della Notte europea della Geografia

Dopo il successo dello scorso anno, si apre la seconda edizione della Notte europea della Geografia, prevista per il 5 aprile. La facoltà di Lettere e Filosofia ospiterà l’evento “I colori della geografia“, organizzato dagli studenti del Dipartimento di Scienze Documentarie, Linguistico-Filosofiche e Geografiche, in collaborazione con il Coordinamento SOGEI, il Comitato Italiano dell’Unione Geografica Internazionale, la Rete LabGeoNet e l’AIGeo.

Un’unione d’intenti per cercare di riportare al centro del grande pubblico la geografia, una disciplina rimasta troppo a lungo nella nicchia: un evento che possa aiutare a rendere la ricerca più accessibile, nonché a dar valore a idee e proposte dei cittadini; infatti fino al 15 febbraio era possibile inoltrare agli organizzatori le iniziative da presentare ai presenti, un pubblico che, per la concezione stessa dell’evento, non sarà esclusivamente di tipo accademico. Lo spirito della Notte europea della Geografia è quello di affrontare con flessibilità e ricchezza un argomento quanto mai stimolante per una conoscenza “a tutto tondo” dei cittadini, con l’obiettivo di mettere in evidenza l’iniziativa locale: nonostante l’apprezzamento, a livello internazionale, dell’Unione Geografica Internazionale ed il supporto di EUGEO, ed i vari patrocini a livello nazionale, l’evento si autofinanzia, riponendo nella ricerca autonoma degli sponsor o delle sovvenzioni pubbliche gli eventuali fondi accessori per la realizzazione dei progetti.

L’incontro inizierà alle 17:30 e vedrà la partecipazione di Stefano Ciafani, ingegnere ambientale e presidente nazionale di Legambiente, Franco Farinelli, geografo e attualmente Direttore di Dipartimento presso l’Università di Bologna, e di Mario Tozzi, geologo, divulgatore scientifico e noto opinionista televisivo; ospiti che offriranno il loro contributo su una visione della sapere geografico contemporaneo: partendo da un’analisi della dimensione polisemica e sensoriale della geografia, verranno affrontati temi come quelli del paesaggio e della cittadinanza attiva. Non solo, tra le aule della Facoltà verranno distribuite le numerose attività tra laboratori, visite guidate e giochi, tutti gratuiti e accessibili, per bambini e adulti, studenti e cittadini.

Per ulteriori informazioni consultare il programma.

 

 

About The Author

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi