La privacy nel mondo digitale: Antonio Martusciello (AgCom) alla Sapienza

La privacy nel mondo digitale: Antonio Martusciello (AgCom) alla Sapienza

Oggi, presso il Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale della Sapienza, si è tenuto il primo degli incontri con gli attori del Sistema integrato di Comunicazione. Ad intervenire al seminario, organizzato in collaborazione con i corsi di Culture e industrie della televisione e Teoria e tecniche della televisione dei Proff. Mario Morcellini e Mihaela Gavrila, è stato Antonio Martusciello, commissario dell’AgCom (Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni).

Il tema centrale dell’incontro è stato il nuovo scenario comunicativo, in cui l’espressione “Web 2.0”, una volta simbolo di modernità, è ormai in declino, in quanto gli studiosi di internet hanno già coniato nuove espressioni come “web 3.0” e “web 4.0”, ove per 4.0 si intende Web ubiquitous. Come ribadisce il dott. Martusciello, “ il Web 2.0 è ormai preistoria, le macchine sono tutte connesse tra loro e più crescono le connessioni, più aumentano i dati che vengono prodotti in rete”.

Durante l’incontro sono stati affrontati anche i temi della privacy come Commodity e della legge sulla par condicio, analizzando le varie sfaccettature della comunicazione politica radiofonica e televisiva. Attraverso gli studenti e le nuove generazioni di comunicatori è possibile estrapolare e confrontare una serie di dati per migliorare i nuovi mezzi comunicativi e di informazione del mondo reale; è inoltre essenziale monitorare  le nuove leggi sulla privacy, che è già è stata presa in considerazione dalla legislazione italiana nonché dalla Corte europea dei diritti dell’uomo. La tutela della privacy è la stessa nella vita offline ed in quella online: è nostra responsabilità decidere se fornire o meno i nostri dati su internet.

Il ruolo fondamentale di internet per lo sviluppo della società civile e democratica non è mai stato messo in discussione in quanto, come affermato dallo stesso Parlamento europeo, “internet dà pieno significato alla definizione di libertà di espressione sancita all’articolo 11 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea”. La legge n°28/00 ha lo scopo di assicurare la parità di accesso ai mezzi di informazione e individua tre distinte modalità, attraverso le quali può attuarsi la “comunicazione politica”, intesa nella sua accezione più ampia. Dopo il caso del FBI contro Apple, la tutela della propria privacy va anche al di sopra del bene nazionale. Pervenire ad un codice dell’utente digitale che racchiude e sancisce chiaramente tutti i diritti dei consumatori nell’ambiente digitale è a tutti gli effetti una legge sulla tutela degli utenti.

Intervista ad Antonio Martusciello

      intervista martuscello - martuscello

Ilaria Cerullo

Please follow and like us:

Allegati

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi