Carnevale: addio Pulcinella e Fata turchina. Benvenuti cantanti e showgirls.

Carnevale: addio Pulcinella e Fata turchina. Benvenuti cantanti e showgirls.

“Carnevale in filastrocca, con la maschera sulla bocca, con la maschera sugli occhi, con le toppe sui ginocchi: sono le toppe d’Arlecchino, vestito di carta, poverino. Pulcinella è grosso e bianco, e Pierrot fa il saltimbanco […] mentre Gioppino col suo randello mena botte a Stenterello. Per fortuna il dottor Balanzone gli fa una bella medicazione, poi lo consola: “E’ Carnevale, e ogni scherzo per oggi vale”.

Così Gianni Rodari, nella sua poesia sul carnevale, citava tutte le maschere che fino a qualche tempo fa, insieme a vari costumi dei cartoni animati della Disney, facevano da protagonisti nei carnevali delle nostre città. Da qualche anno, invece, le cose stanno cambiando. A Napoli dal 2012 il carnevale ha un aspetto nuovo: per le strade della città i bambini non sfilano più vestendo i panni di Arlecchino, Pulcinella, Cenerentola o Topolina. Le maschere, scelte spesso dai genitori o dai figli stessi, servono a omaggiare personaggi del mondo della musica o dello spettacolo, miti televisivi ai quali ispirarsi, showgirl con look sensazionali o semplicemente icone del momento.

Ma quali sono le baby caricature che hanno spopolato maggiormente sul web?

Quest’anno la foto che ha fatto letteralmente impazzire internet e soprattutto, è stata condivisa da chiunque sui vari social network è stata senza dubbio la “maschera” dell’amata coppia Maria De Filippi e Maurizio Costanzo. Subito seguita dal baby Costanzo nel passeggino addobbato da sipario del “Maurizio Costanzo Show”. Anche Gemma e Giorgio (protagonisti indiscussi del trono over del programma Uomini e Donne) hanno avuto il loro successo.

Segue indubbiamente il baby papa sulla sua papamobile che sfila per le strade di Napoli circondato dai passanti che, entusiasti, scattano foto.

Dal religioso al canoro. Dai grandi della musica italiana alle nuove proposte. Da Mina, rigorosamente con i suoi occhiali e le cuffie come nel videoclip della canzone “Oggi sono io”; insieme a Pino Daniele, con annesso pizzetto e chitarra, fino a Gabbani con la sua scimmia in “Occidentali’s Karma”.

 

Questo e molto altro si può trovare su instagram tramite l’hashtag #carnevalenapoli ma non solo. Qui di seguito, cliccando sul link, potrete lasciarvi incantare dal sito della fotografa Alessia Bernardini, la quale cerca in ogni suo scatto di analizzare argomenti sociali, antropologici e personali tramite i suoi lavori. Dal 2012 Alessia Bernardini lavora a un progetto chiamato “Untitled Napoletano”, una raccolta di foto scattate per i vicoli partenopei nel periodo di carnevale. Fotografie fatte alle nuove maschere contemporanee che vedono come protagonisti i bambini vestiti e ispirati, per i loro costumi, dai personaggi famosi del tempo.

http://www.alessiabernardini.com/untitled-napoletano#/id/i11130595

E chissà in futuro, di questo passo, cosa ci aspetterà. Ne vedremo delle belle. Per tutti i nostalgici è tempo di salutare il passato, stringere la mano ad Arlecchino e dare spazio, anche in questo caso, al presente, alle nuove tendenze e a tutto ciò che ne consegue. E voi? Da che parte state?

Doriana Castellitto

 

 

PicMonkey Image

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi